Broccoli

I broccoli (Brassica oleracea var. italica) sono ortaggi che appartengono alla famiglia delle Crocifere (che comprende fra gli altri anche il crescione, il ravanello, il cavolo e i cavolini di Bruxelles), varietà Brassica. La parte commestibile è rappresentata dalle foglie e dal suo interno. Il broccolo è un ortaggio molto conosciuto che viene coltivato in diverse zone d’Italia e del mondo: in cucina viene utilizzato soprattutto per la preparazione di zuppe e minestre, ma può anche essere consumato crudo, in pinzimonio. Inoltre viene impiegato per poter condire i primi piatti, saltato in padella e tagliato a pezzetti.

Storia

I broccoli sono ortaggi che venivano coltivati anche anticamente, originari dell’area compresa fra la Grecia, la Turchia e l’isola d Cipro. In Grecia venivano considerati ortaggi sacri e i Romani li portavano non solo in tavola, ma li utilizzavano anche come medicinale per poter curare diverse malattie. Mangiati crudi prima dei banchetti, i broccoli consentivano all’organismo di poter assorbire meglio l'alcool. Con il passare degli anni i broccoli si diffusero sempre di più sulle tavole della popolazione che li considerava un cibo ideale anche nei giorni di magro.

Proprietà

I broccoli hanno poche calorie e sono ortaggi particolarmente ricchi di vitamine (protovitamina e vitamina A, vitamine B1, B2, B9, cioè acido folico, PP, C, K, U) e di sali minerali (soprattutto fosforo, calcio, ferro, zolfo, potassio, rame, magnesio, iodo, e arsenico). I broccoli tra l’altro hanno proprietà antiulcera grazie al contenuto di grafanato che è una sostanza impiegata da diversi anni nei medicinali per poter curare l'ulcera dato che agisce come protezione dello stomaco. La presenza di clorofilla invece aiuta a contrastare l’anemia con la formazione dell’emoglobina. I broccoli tra l’altro sono particolarmente ricchi di antiossidanti e di indoli che si formano nel momento in cui le pareti cellulari di questi ortaggi vengono spezzate, tagliate o masticate. Secondo recenti studi inoltre i broccoli sarebbero alimenti antitumorali: mangiare regolarmente broccoli aiuterebbe a contrastare la formazione di tumori.

Varietà

In Italia esistono diverse varietà regionali di broccoli. Fra le varietà più comuni ci sono il broccolo bianco, il broccolo calabrese, il broccolo precoce di Verona, il broccolo violetto siciliano, il Mùgnulo leccese, il broccolo grosso romanesco (che assomiglia in particolare a un cavolfiore) e il broccolo bronzino di Albenga.

Prezzo

I broccoli sono ortaggi tipicamente invernali, ragion per in questo periodo è possibile acquistarli a prezzi più bassi. In realtà si trovano tutto l’anno anche se a prezzi maggiori. In media il prezzo di un chilo di broccoli è pari a circa 1.60 euro.

Curiosità

Molto spesso la cottura dei broccoli causa cattivo odore: questo è causato dallo zolfo che viene emanato durante la cottura. Per evitare questo sgradevole inconveniente è possibile spremere un po’ di limone all’interno dell’acqua di cottura. In particolare il succo di broccolo crudo è considerato rinvigorente in caso di affaticamento e di carenze vitaminiche, molto utile anche per contrastare eccessivo nervosismo e irritabilità.