Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Il cavolfiore in pastella, conosciuto anche come cavolfiore pastellato, è un contorno saporito e molto nutriente, semplice da cucinare, che si presta ad essere servito sia con secondi di carne che di pesce. La particolarità di questo cavolfiore sta soprattutto nella leggerezza della sua pastella, realizzata con la farina di riso, che renderà questo fritto molto croccante e allo stesso tempo ben asciutto. È possibile servirlo al naturale oppure accompagnato con delle salsine a piacere.

Preparazione - Cavolfiore in pastella

1. È importante sbollentare il cavolfiore in modo da accelerarne la cottura. Dunque, ripulitelo dalle foglie e dividete le cimette facendo attenzione a dividerle in egual misura, per una cottura uniforme. Lavatele sotto acqua fredda e scottatele in acqua bollente salata per una ventina di minuti. Una volta cotte, scolatele e lasciatele freddare.

cavolfiore in pastella_proc1

2. Preparate la pastella unendo in una ciotola la farina di riso, una macinata di pepe ed il sale, quindi lavorate l’impasto con una frusta e unite acqua quanto basta per avere una pastella cremosa ma non troppo spessa.

cavolfiore in pastella_proc2

3. Immergete le cime di cavolfiore sbollentate e raffreddate nella pastella, quindi rinnovatene la cottura nell’olio di semi caldo e, procedendo a fuoco medio, lasciate che si dorino su tutti i lati. Una volta pronte disponetele su di un piatto da portata e servitele ancora calde.

cavolfiore in pastella_proc3

Trucchi e consigli

– Per avere una pastella più saporita, sostituite l’acqua gassata con l’acqua di cottura raffreddata del cavolfiore ed unitevi mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio.

– Potete realizzare la prima cottura del cavolfiore al vapore.