Vota questa ricetta

Se avete in mente di partire per una vacanza suggestiva ma non avete ancora ben chiara la meta vi suggeriamo noi un buon punto di approdo: la Svezia.

Il nord Europa è una delle tappe più gettonate dell’ultimo periodo e il suo stile di vita soffice e accogliente sta diventando trend sia nell’arredamento che nella gastronomia e nel lifestyle. Quindi, mentre scegliete il volo e l’hotel per soggiornare a Stoccolma, mentre fate una fuga veloce all’Ikea perché avete finito i biscotti alla cannella e le polpette, vi diamo qualche dritta su cosa non perdervi dei piatti tipici della cucina svedese

PRIMI PIATTI
La cucina svedese ha una lista infinita di zuppe. Una di quelle che vi suggeriamo è la arter med flask ossia la zuppa di maiale con piselli che prevede una cottura lenta di tutti gli ingredienti. Si parte dai piselli che cuociono per almeno 4 ore per proseguire con il prosciutto e la spalla di maiale: corroborante e robusta per affrontare il freddo del Nord. Se quella precedente è “la zuppa del giovedì”, un’altra opzione è la tisdagssoppe ossia  “la zuppa del martedì”, composta da orzo, patate e latte: una coccola stupenda!

PIATTI DI PESCE E CARNE
Siamo nella terra dell’aringa e infinite sono le preparazioni in cui potrete gustarla: affumicata, fritta, marinata, in umido, con la panna acida. Stesso trattamento viene fatto anche ad altre tipologie di pesce: avete di che sbizzarrirvi insomma tra salmone, crostacei, e anguille. Un’idea da assaggiare: il Gravlax, salmone marinato in zucchero e sale, servito con contorno di patate bollite, il Surströmming, aringa fermentata. Meno usato del pesce ma presente sulle tavole svedesi la carne. Oltre al maiale troveremo alce, vitello e renna, solitamente serviti con marmellate tra cui quella di mirtilli rossi. Piatti tipici sono: il Falukorv, una salsiccia di maiale fritta o bollita, il Rotmos Och Fläskkorv, salsiccia bollita con contorno di rape, il Pytt i Panna (pasticcio svedese), piatto a base di carne di maiale o di manzo accompagnato da patate e cipolle. E che dire poi delle polpette svedesi (kottbullar)? Ormai tutti le amiamo, specie se accompagnate con della salsa gräddsås, o anche con della salsa brunsås, entrambe tipiche preparazioni svedesi.

DOLCI
La base di molti dolci è lo zenzero presente nei classici biscotti del Natale (pepparkakor). Da provare anche i lusserkatter, dolci a base di uva passa e zafferano e i più famosi kanelbulle, dolcetti arrotolati alla cannella che stanno prendendo piede anche qui in Italia. Tra le torte merita una menzione la spettkaka, una torta di mele gigantesca che viene fatta cuocere sullo spiedo. Il sogno di ogni mangiatore di torte alle mele.

BEVANDE
In Svezia va per la maggiore il punch che ora viene consumato come bevanda ma che vide la luce nella metà del 1700 come medicamento. L’importanza della nazione nel commercio permetteva alla compagnia svedese delle Indie orientali di recuperare le spezie necessarie per la preparazione della bevanda che, intorno al 1800 perse l’aurea medicinale per diventare di uso quotidiano (quindi non solo bollente ma anche a temperatura ambiente). Da provare anche la Blåbärssoppa ossia una “zuppa” a base di mirtillo nero.

Noi vi abbiamo creato una mappa del gusto. Ora cosa aspettate a partire?

Vota questa ricetta