Trota

Trota è il termine che indica diverse specie di pesci appartenenti alla famiglia Salmonidae: è un pesce d’acqua dolce che vive solo all’interno delle acque pulite. In realtà è molto difficile trovare sul mercato le trote europee dato che in commercio si trovano soprattutto le trote di origine americana e facilmente allevabili anche artificialmente, in grado di sopravvivere in acque fangose e poco ossigenate. Le trote presentano un corpo allungato, sono dei pesci predatori e di recente sono anche diventate oggetto di pesca sportiva e di allevamento intensivo. La carne della trota ha
un sapore molto delicato e in cucina è particolarmente indicato prepararla in modo molto semplice per non alterare i sapori e il gusto. La trota è ottima cucinata al forno, al cartoccio, alla griglia, bollita, ma è indicata anche come condimento per i risotti. È preferibile cucinarla con il burro dato che non si lega troppo bene con l’olio d’oliva.

Storia

L'Italia è il primo produttore europeo di trota, bianca e salmonata: si tratta di un allevamento di tipo intensivo dove l’alimentazione delle trote è del tutto artificiale. La pesca della trota è stata documentata per la prima volta in Trentino con una pergamena risalente all’XI secolo in cui si spiega che il fiume Sarca offriva agli abitanti della contea l’opportunità di praticare la pesca, sottoposta a regole piuttosto severe. Già anticamente, la pesca dei laghi situati entro i confini del Principato di Trento era in potere dei principi vescovi e anche alcuni trattati risalenti all’Ottocento testimoniano che le zone del Trentino erano particolarmente adatte alla pescicoltura. Tra l’altro la Carta ittica del Trentino, pubblicata nel 1980, è stata la prima Carta ittica d’Italia a regolamentare la pesca e diventata presto un modello per le altre province.

Proprietà

La trota è un pesce molto digeribile ricco di proteine, sali minerali (tra cui sodio, potassio, calcio, fosforo, magnesio), ma anche fluoro, iodio e zinco. Inoltre una volta cotta al forno non perde le sue caratteristiche nutritive: è un pesce relativamente grasso, ma ricco di Omega 3, il che lo rende una valida alternativa alla carne. È un pesce ottimo nelle diete disintossicanti.

Varietà

Esistono diversi tipi di trota: la trota più allevata in Europa, sebbene originaria del Nord America, è certamente la trota iridea o trota arcobaleno. La trota salmonata invece è una trota normale, ma che viene alimentata con gamberetti o crostacei (il più delle volte anche con mangimi) che rendono la carne rosata ed è molto diffusa negli allevamenti. La trota bruna, o trota europea, ha la carne rosata ed è originaria dell’Europa, mentre il salmerino di fonte è una varietà piuttosto piccola di trota. Il salmerino cavaliere vive in acque molto fredde e la trota Temolo, diffusa soprattutto in Svezia, si caratterizza per il tipico odore di timo che sprigiona una volta pescata.

Prezzo

È possibile acquistare la trota nelle pescherie e nel reparto pescheria di ogni supermercato: al momento dell’acquisto è bene tenere presente l’aspetto della trota per valutarne la freschezza. Il corpo deve essere sodo, le squame aderenti e l’occhio brillante. In media la trota iridea viene venduta a 6 euro al chilo mentre la trota salmonata viene venduta a circa 7,50 euro al chilo.

Curiosità

Il quintetto per pianoforte e archi in la maggiore di Franz Schubert (composto nel 1819, ma non fu pubblicato prima del 1829) è detto anche "La trota", dato che il quarto movimento è una variazione sul precedente Lied di Schubert Die Forelle, La trota.