Zuppa di pesce alla siracusana 3.00/5 (60.00%)
2 voti

Persone
2

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 2 persone

La zuppa di pesce alla siracusana, in dialetto locale “a matalotta”, dal francese “matelote”, che significa stufato di pesce al vino, è un secondo piatto tipico della tradizione culinaria aretusea. D’obbligo l’utilizzo del cosiddetto pesce da brodo, ricco di lische, che conferisce al piatto un sapore unico. Pesce cipolla, scorfano rosso, pesce fagiano o triglie sono alcuni dei pesci utilizzati nella preparazione della zuppa. Altro ingrediente importante sono i capperi, pianta molto diffusa nell’area del Mediterraneo, e il vino bianco, nel quale il pesce verrà cucinato per tutto tempo di bollitura. Sembra un piatto difficile ma non lo è affatto, i tempi di cottura sono relativamente brevi, infatti il pesce non ha bisogno di una lunga cottura ed inoltre esso se precedentemente pulito dal pescivendolo si dovrà semplicemente sciacquare e adagiare nella pentola.

Preparazione - Zuppa di pesce alla siracusana

1. Iniziate preparando un soffritto, mettendo in una pentola abbastanza capiente dell’olio extravergine d’oliva, la cipolla tritata, lo spicchio d’aglio, il prezzemolo tritato e i capperi. Fate rosolare un paio di minuti ed aggiungete la passata di pomodoro, mescolando qualche minuto.

zuppa di pesce_proc1

2. Aggiungete il vino ed adagiate delicatamente il pesce, prima quello più grosso e via via quelli più piccoli.

zuppa di pesce_proc2

3. A questo punto aggiungete circa 500 ml di acqua fino a ricoprire completamente i pesci ed aggiustate di sale e pepe.

zuppa di pesce_proc3

4. Mettete un coperchio e fate cuocere per circa trenta minuti. A cottura ultimata la carne dei pesci risulterà bianca e pronta per essere servita. Con l’aiuto di una schiumarola prendete delicatamente i pesci evitando di farli rompere, adagiateli su un piatto, aggiungete il brodo ed accompagnate il tutto con dei crostini.

zuppa di pesce_proc4

Ed ecco una foto del piatto pronto:

zuppa di pesce alla siracusana_

Trucchi e consigli

– Durante la cottura non spostate assolutamente il pesce, in questo modo non ci sarà il pericolo di trovare le lische nel brodo.

– Il brodo avanzato potete conservarlo in frigo e preparare il giorno dopo degli spaghetti alla matalotta, aggiungendo alla pasta il brodo eventualmente filtrato.

Zuppa di pesce alla siracusana 3.00/5 (60.00%)
2 voti