Astice

L’astice è un crostaceo molto prelibato che vive nel Mar Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico. E’ ricoperto da una corazza, dotato di due grosse chele che hanno la funzione di attacco e di difesa e di pinze che servono al crostaceo per portare il cibo alla bocca e nutrirsi.

Sulla testa l’astice presenta due antenne che svolgono il ruolo di organi sensoriali. Le carni dell’astice sono da considerarsi particolarmente pregiate e saporite, simili a quelle dell’aragosta: in cucina può essere utilizzato per la preparazione di primi piatti molto famosi, come le linguine all’astice, può essere portato in tavola lessato e condito con una vinaigrette, oppure cotto al forno o portato in tavola come astice alla catalana con cipolla e pomodoro. L’astice va commercializzato vivo (e consumato al massimo entro un giorno) ma la preparazione non è certo gradevole perché come tutti gli altri crostacei andrebbe gettato vivo nell’acqua bollente. Ecco anche il motivo per cui molti preferiscono acquistarlo surgelato: in questo modo di evita di doverlo cuocere vivo ed è possibile conservarlo nel freezer anche per tre mesi.

Storia

L’astice è un crostaceo che nel corso dei secoli è sempre stato consumato dalle popolazioni del bacino del Mar Mediterraneo, apprezzato per la bontà e il sapore delle carni. Nel corso dei secoli è diventato un alimento riservato soprattutto agli strati più ricchi della popolazione e ancora oggi associato soprattutto alle occasioni speciali o alle festività natalizie.

Proprietà

L’astice è ricco di proteine, sodio, fosforo, potassio e vitamina A. La presenza di sodio lo rende un alimento sconsigliabile a chi soffre di ipertensione e di ipertiroidismo (un po’ come tutti i crostacei in realtà). Inoltre l’astice contiene molte calorie: circa 82 kcal per 100 grammi ed è sconsigliato per chi deve seguita una dieta ipocalorica.

Varietà

Esistono due diversi tipi di astice. L’astice Homarus gammarus è il crostaceo più grande del Mar Mediterraneo che può arrivare anche a 60 centimetri di lunghezza e si presenta con riflessi di colore giallo sul dorso scuro. L'Homarus americanus è invece l’astice americano che vive nell’Oceano Atlantico e che praticamente è identico al gammarus, ma si presenta senza i rifessi dorati sul dorso. In realtà esiste anche una preziosa varietà di astice blu che però è davvero molto rara.

Prezzo

L’astice è un crostaceo prelibato, il più grande del Mar Mediterraneo, che generalmente arriva a 40 centimetri di lunghezza. Anche se può raggiungere i sei chili di peso, generalmente l’astice ha un peso medio inferiore ai due chili. Il costo dell’astice europeo è abbastanza elevato e si attesta intorno ai 20 euro al chilo. L’astice americano invece può arrivare a costare anche 60 euro al chilo, ma le carni dell’astice europeo sono considerate in realtà più pregiate e saporite. La reperibilità di questo crostaceo varia durante l'anno, ma generalmente viene acquistato durante il periodo natalizio, quando il prezzo tra l’altro tende ad aumentare.

Curiosità

L’astice è anche chiamato elefante di mare o lupo di mare per le sue dimensioni notevoli, inoltre è sempre stato considerato come tutti i crostacei un alimento dalle spiccate proprietà afrodisiache. "L’astice al veleno" è il nome di una divertente commedia teatrale scritta a diretta da Vincenzo Salemme.