Chiodi di garofano

I chiodi di garofano sono i boccioli essiccati dell’Eugenia caryophyllata, un albero sempreverde che appartiene alla famiglia delle Myrtaceae: il nome deriva semplicemente dal fatto che questa spezia assume un aspetto che ricorda il garofano. L’albero dei chiodi di garofano cresce spontaneamente nell’Isola Reunion, nella Antille, nel Madagascar e in Indonesia. I chiodi di garofano vengono utilizzati per profumare tè e infusi di vario genere: sono ottimi nelle ricette dolci e in quelle salate e generalmente vengono utilizzati per poter aromatizzare il dolci, la frutta cotta, il panpepato, le creme, i liquori e i vini, in particolare il vin brulè, molto diffuso al Nord Italia, ma anche le zuppe, la carne o i formaggi.

Storia

I chiodi di garofano sono di origine indonesiana, ma sono da sempre conosciuti in Oriente, noti come potente profumo e rimedio medicamentoso già più di 2200 anni fa in Cina. In Occidente i chiodi di garofano sono stati portati già a partire dal XVIII secolo a.C., come testimoniano alcune tracce in Siria. Gli antichi Romani usavano i chiodi di garofano per le loro proprietà antisettiche, ma anche per calmare il dolore dei denti. In Europa i chiodi di garofano arrivarono attraverso la via dell’incenso fin dal 1300, ma solo nel 1500 cominciarono a essere ufficialmente importati dagli europei, grazie ai portoghesi e agli olandesi. Nell’arco di pochi anni i chiodi di garofano divennero fra le spezie ricercate e più costose.

Proprietà

I chiodi di garofano presentano un olio essenziale che contiene eugenolo (noto per le sue caratteristiche antisettiche), tannini (noti per le caratteristiche antinfiammatorie e antobiotiche), flavonoidi (tra cui quercetina e canferolo che sono potenti antiossidanti), mucillagini (che hanno proprietà lassative e lenitive) e oli grassi. Si tratta di elementi che si trovano non solo all’interno delle foglie, ma anche all’interno dei chiodi di garofano stessi. I fiori di garofano inoltre sono noti anche per le loro proprietà dimagranti dato che il loro uso consente di limitare condimenti grassi e sale, facilitano la digestione, riducono il gonfiore addominale, sono disinfettanti e sono antinfiammatori naturali.

Varietà

Esistono tre principali varietà di chiodi di garofano che possono essere distinti in base alla provenienza. I chiodi di garofano delle Indie orientali rappresentano la qualità migliore: ricchi di olio essenziale, sono corti e grossi, di colore marrone chiaro. I chiodi di garofano dell’Africa sono più piccoli e scuri mentre i chiodi di garofano dell’America rappresentano la varietà meno pregiata. Sono di forma allungata e di colore nero, ma con aroma decisamente minore.

Prezzo

I chiodi di garofano possono essere acquistati in ogni supermercato: generalmente vengono venduti in confezioni o bottigliette di vetro: in media una confezione da circa 40 grammi viene venduta a circa 4 euro.

Curiosità

I chiodi di garofano sono noti fin dall’antichità per le loro spiccate proprietà afrodisiache che si ritrovano anche nel loro olio essenziale, sovente utilizzato anche in profumeria. In Indonesia i chiodi di garofano vengono utilizzati per la produzione di sigarette aromatiche. È sufficiente inserire i chiodi di garofano un’arancia per poter ottenere un efficace anti tarme da inserire nell’armadio. L’essenza di chiodi di garofano viene spesso utilizzata nella medicina come disinfettante, ma anche nei farmaci odontalgici. In caso di mal di denti è sufficiente appoggiare un chiodo di garofano al dente dolorante per avere un immediato sollievo.