Persone
2

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 2 persone

Il latte di mandorle è un latte 100% vegetale, privo di lattosio e di colesterolo, quindi adatto all’alimentazione di vegetariani, vegani e intolleranti al lattosio. In più, grazie alla preparazione a freddo, è molto ricco di vitamina E, antiossidanti e acidi grassi insaturi. Originariamente il latte di mandorle veniva prodotto nei monasteri in Sicilia. Oggi la bevanda si è diffusa in tutta Italia, anche se il consumo maggiore è sempre collocato al Sud, in particolare in Calabria, Puglia, Basilicata e Sicilia. La preparazione è molto facile: bastano delle mandorle di qualità (io vi suggerisco usare quelle biologiche, prive di sostanze chimiche) e dell’acqua poco mineralizzata. Guardiamo insieme come fare.

Preparazione - Latte di mandorle fatto in casa

1. Scottate le mandorle in acqua bollente e togliete la pellicola marrone che le ricopre.

latte di mandorle_proc1

2. Frullate le mandorle con un po’ di acqua, fino ad ottenere un composto omogeneo e abbastanza liscio.

latte di mandorle_proc2

3. Versate il composto in una ciotola di vetro, aggiungete l’acqua calda e lasciate riposare per 2 ore.

latte di mandorle_proc3

4. Filtrate il composto tramite un colino (anche 2 volte se avete pazienza) oppure un canovaccio pulito e versate il latte ottenuto in una bottiglia di vetro.

latte di mandorle_proc4

Trucchi e consigli

– Potete rendere più dolce il vostro latte con il miele, lo zucchero di canna oppure con altro dolcificante che preferite.

– Il latte di mandorle può essere conservato in frigorifero per 4 giorni in una bottiglia di vetro, dopodiché può essere utilizzato per le preparazioni dolci.

– Potete consumare il latte freddo o riscaldato (non cotto), preparare un latte al cacao oppure, se il latte è ben filtrato, aggiungerlo al caffè.

– Il latte di mandorle è perfetto per preparazioni dolci come budini, creme e le torte.