Polpo

Il polpo comune (Octopus vulgaris) è un mollusco, molto spesso chiamato anche polipo, che vive nei bassi fondali del Mar Mediterraneo, dell’Oceano Atlantico e dell’Oceano Pacifico.

Il polpo ha un corpo a forma di sacco con otto tentacoli che presentano una doppia fila di ventose: si muove molto velocemente e può emanare (proprio come le seppie) un inchiostro nero per confondere e attaccare le prede o per scopi difensivi. Le carni del polpo sono pregiate e il sapore è molto delicato: il polpo in effetti viene ampiamente utilizzato in cucina dato che si presta a molte ricette diverse, ovviamente dopo essere stato opportunamente pulito. Un grande classico resta l’insalata di polpo che viene preparata dopo aver lessato e tagliato il mollusco: altre preparazioni classiche sono il polpo affogato, il polpo in umido, il polpo alla galiziana e naturalmente è possibile utilizzarlo come condimento per i primi piatti.

Storia

Il polpo è un mollusco noto fin dall’antichità: in Grecia però la pesca dei polpi era vietata dato che questi molluschi erano considerati dei cibi sacri. In realtà il polpo fin dai tempi più antichi è sempre stato considerato un cibo dalle spiccate proprietà afrodisiache in grado di aiutare la sessualità degli uomini. È anche questo il motivo per cui il polpo conobbe una fortuna altalenante anche nel corso dei secoli successivi: le sue proprietà afrodisiache infatti lo resero intorno al Cinquecento un cibo pericoloso e peccaminoso in grado di spingere gli uomini alla lussuria.

Proprietà

Oltre ad essere delicate e saporite, le carni del polpo sono ricche di potassio, calcio, fosforo, proteine, retinolo, vitamina A e B1. Il polpo inoltre è poco calorico dato che contiene circa 70 kcal per 100 grammi: è formato per lo più da acqua e da tessuto connettivo per cui è molto digeribile. È indicato per ogni tipo di dieta, ipocalorica, o ipercalorica se meglio condito. In ogni caso per rendere le carni ancora più morbide è consigliabile sbattere il polpo prima di cuocerlo.

Varietà

In natura esistono fondamentalmente due diversi tipi di polpi che vanno a differenziarsi in base al loro habitat. I polpi da scoglio hanno tentacoli molto possenti e sono piuttosto grandi, con la doppia fila di ventose su ogni tentacolo e sono noti anche come piovre. I polpi da sabbia invece sono più piccoli rispetto alla prima varietà e presentano tentacoli meno forti.

Prezzo

Il polpo viene pescato soprattutto in due diversi periodi dell’anno nel Mar Mediterraneo, vale a dire da settembre a dicembre e da maggio a luglio. A seconda del periodo dell'anno, dunque, si può registrare una variazione a livello di prezzo, tuttavia il costo al chilo del polpo di aggira generalmente intorno ai 19 euro.

Curiosità

È ormai accertato che i polpi sono animali molto intelligenti in grado di compiere azioni anche molto difficili. Nell’antica Grecia i polpi erano considerati alimenti sacri e secondo una leggenda il polpo usciva dal mare in tempesta per saccheggiare le terre emerse rubando cibi molto pregiati. Secondo alcune fonti, inoltre, il filosofo Diogene sarebbe morto dopo aver mangiato un polpo crudo.