Pompelmo

Il pompelmo (Citrus x Paradisi) è un albero da frutto che appartiene al genere Citrus e in particolare alla famiglia della Rataceae, ma quando si parla di pompelmo ci si riferisce generalmente al frutto. Il pompelmo tra l’altro è un ibrido, un incrocio fra l’arancio dolce e il pomelo anche se ormai da molti anni a questa parte è diventato una specie autonoma. Si tratta di un albero sempreverde che può raggiungere anche i 15 metri e presenta foglie di colore scuro: il frutto è uno degli agrumi di maggiori dimensioni presenti in natura e si caratterizza per la presenza di una buccia meno compatta rispetto a quella del limone senza avere neppure la stessa elasticità di quella dell’arancia. Il pompelmo è un frutto di circa 15 centimetri di diametro con spicchi gialli, quasi incolore, oppure rosati. Generalmente va mangiato come frutta, con il cucchiaino e senza aggiungere zucchero, ma può essere utilizzato anche per la preparazione di succhi di frutta, anche a livello industriale.

Storia

Da un punto di vista botanico, fino al 1830 non è neppure stato possibile distinguere il pomelo (Citrus Maxima) dal pompelmo, cui è stato assegnato solo nel 1950 il nome di Citrus x Paradisi. Fino a qualche tempo fa si riteneva che il pompelmo fosse un Citrus originale, coltivato soprattutto in Israele: attualmente viene considerato l’unico agrume che non proviene dall’Asia sudorientale, ma dall’America centrale (Barbados o Bahamas), da cui poi sarebbe stato portato in Florida. Secondo un’altra teoria sarebbe invece arrivato in Europa insieme all'arancio dolce dall’Estremo Oriente, ovviamente attraverso la Via della Seta. In Europa all’inizio fu utilizzato come frutto ornamentale e solo successivamente, intorno al XIX, fu rivalutato come frutto da mangiare. Attualmente il pompelmo si coltiva in tutto il mondo e anche se i maggiori produttori restano gli USA, in Italia Meridionale viene coltivato soprattutto in Sicilia.

Proprietà

Il pompelmo è un frutto ricco di fibre e di vitamine A, B e C, ma soprattutto di flavonoidi, potenti antiossidanti molto importanti per il fegato che aiutano anche a prevenire l'insorgere di malattie cardiovascolari. In particolare il pompelmo è ricco di naringenina che presenta anche spiccate proprietà antitumorali, mentre il limonene, contenuto nella buccia, è il principale responsabile del gusto acido. La buccia contiene anche citrale e pinene che svolgono azione antidepressiva, ma il pompelmo è un agrume ricco anche di sali minerali (soprattutto calcio, fosforo, potassio, magnesio, zolfo, sodio, cloro, ferro, rame). Questo agrume è da sempre stato considerato un alimento disinfettante e stimolante dell'apparato digerente per cui la sua assunzione è particolarmente indicata a fine pasto. Il pompelmo infatti viene indicato anche in caso di difficile digestione, disturbi del fegato, insufficienza renale, infezioni polmonari ed è un alimento consigliato anche alle persone in sovrappeso dato che accelera la trasformazione dei grassi in energia. Attenzione però all’assunzione di pompelmo nel caso in cui si stiano seguendo delle particolari terapie mediche: il pompelmo o il suo succo potrebbero infatti inibire alcuni principi di determinati farmaci. È provato ad esempio che il pompelmo annulli gli effetti della pillola anticoncezionale.

Varietà

Esistono diverse varietà di pompelmo che si differenziano in base al colore e al sapore, al periodo di maturazione e alla presenza o meno di semi. Il colore può cambiare in base alla varietà. La varietà principale è la Marsh, coltivata in tutto il mondo, dal sapore amarognolo e senza semi, mentre fra le varietà a polpa chiara ricordiamo la Duncan, ricca di semi e resistente alle temperature invernali. Fra le varietà più apprezzate degli ultimi tempi troviamo il pompelmo rosa (varietà Thompson e Redblush): si tratta di un ibrido (pompelmo tradizionale e arancia) che ha un gusto un po' meno amaro, la buccia un po' più sottile rispetto al classico pompelmo ed è particolarmente adatto a chi fa molto sport e necessita di energia immediata.

Prezzo

È possibile acquistare il pompelmo in ogni supermercato: in media il prezzo è di circa 1.50 euro al chilo, mentre il pompelmo rosa è un po’ più costoso e viene venduto a circa 2.50 euro al chilo.

Curiosità

Da sempre considerato un alimento irrinunciabile per chi è a dieta, il pompelmo rappresenta un ottimo analgesico: basta versare un cucchiaio di succo di pompelmo all’interno di una tazzina di caffè per avere tutti gli effetti di un analgesico naturale, ma senza alcun tipo di controindicazione.