Vota questa ricetta

Siamo abituati ad associare il mestiere di sommelier al vino, ma ora bisognerà cominciare a fare i conti con esperti simili anche per quel che riguarda il caffè. È noto quanto questa bevanda sia apprezzata in Italia, dunque bisogna puntare alla qualità massima. Il mercato attuale è molto complesso e non è semplice trovare requisiti perfetti in relazione alla miscela, al profumo e alle macchine per preparare il prodotto.

Proprio per questo motivo Caffè Diego, azienda che ha sede in provincia di Brescia, ha deciso di lanciare delle lezioni che fossero aperte a tutti (esperti e non), utili per trasformare un semplice consumatore in un professionista consapevole e soddisfatto. L’iniziativa è in programma dal 14 al 21 settembre prossimi: chiunque è interessato potrà recarsi presso la sede milanese della CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa) e seguire il primo corso “Italian Coffee Sommelier Primo Livello”.

Di cosa si tratta esattamente? Le lezioni avranno una durata giornaliera di otto ore (dalle 9 alle 17 per la precisione) e alla fine del corso vi sarà il rilascio di un attestato ufficiale di frequenza, con tanto di inserimento nel registro dei “Sommelier dell’espresso”, tenuto dall’Accademia Italiana Maestri del Caffè (AICAF). Chi parteciperà, inoltre, potrà ricevere un dono in ricordo dell’esperienza.

Il corso prevede analisi sensoriali simili a quelle che si fanno per il vino: si scoprirà il gusto del caffè in ogni suo aspetto, quali sono i vari strumenti di degustazione, i parametri e i descrittori di valutazione del caffè espresso. Inoltre, le analisi di assaggio saranno le grandi protagoniste. Vi sarà infatti l’assaggio sensoriale per comprendere quali sono i difetti del prodotto per quel che riguarda l’origine, la torrefazione e l’estrazione, oltre all’assaggio di miscele di sola qualità arabica o robusta.

Non mancheranno gli assaggi di caffè monorigine, senza dimenticare la valutazione finale e i test per accertare le competenze acquisite. La figura dei sommelier del caffè viene ritenuta fondamentale e strategica dall’AICAF, una risposta pronta alle evoluzioni continue del mercato: una volta ottenuto l’attestato saranno organizzati incontri periodici di assaggio e degustazione così da affinare le capacità, inoltre gli assaggiatori più esperti andranno a formare un apposito panel.

Vota questa ricetta