Ikea, il famoso colosso svedese del mobile, ha una idea ben precisa di quella che sarà la cucina del futuro. L’azienda si trova a Milano con un temporary store e una esposizione dei progetti relativi a questo spazio così importante della casa e inevitabilmente al cibo, idee che riguardano i prossimi dieci anni. Che cucina potrebbe esserci nel 2025? La prima caratteristica che salta subito agli occhi è quella della sostenibilità ambientale.

La multinazionale scandinava ha intenzione di raccontare con questa esposizione la storia del cibo nelle nostre case: in fondo, come sottolineato dall’amministratore delegato Belèn Frau, la cucina è un luogo fondamentale della casa, quello in cui si conserva il cibo, si preparano i pasti, si mangia e si cerca di dare nuova vita ad avanzi e scarti. Nello store milanese è possibile acquistare moltissimi utensili (circa 200 per la precisione), assaggiare specialità gastronomiche svedesi nel bistrot appositamente allestito (in particolare le nuove polpette vegetariane) e ammirare in che modo è stata rielaborata la cucina dal punto di vista artistico, grazie a designer come Paola Navone e Thomas Sandell.

Ikea, come già spiegato, guarda al futuro con una riflessione particolare: la cucina del 2025 è stata immaginata grazie alle idee suggerite da Ideo, società britannica di design e innovazione, e dagli studenti che frequentano la Eindhoven University of Technology e l’Ingvar Kamprad Design Center dell’Università di Lund (Svezia). Oltre ad essere sostenibile, la cucina del futuro sarà anche compatta, con un tavolo in grado di riconoscere automaticamente gli alimenti e di ispirare le ricette più giuste. Una cucina “verde” in cui i rubinetti riciclano l’acqua e il frigorifero ha abbastanza spazio per i contenitori, i quali possono diventare delle padelle se necessario.

Il temporary store di Ikea si trova nella centrale Via Vigevano e vi rimarrà almeno fino alla fine di settembre, anche se c’è chi pensa a far diventare questa struttura qualcosa di definitivo. Intanto si può immaginare con buona approssimazione il 2025 : fra dieci anni vi saranno davvero così tante innovazioni in grado di migliorare il lavoro in cucina? Per il momento si tratta di idee e progetti, però è forte la convinzione che le migliori verranno sviluppate e potenziate ulteriormente.