Mais

Il mais è uno dei cereali più utilizzati nell’alimentazione umana e non solo. E’ infatti una pianta erbacea che si utilizza spesso anche come mangime per gli animali. La sua pianta, la classica spiga, detta in gergo pannocchia, è la base a cui sono attaccati i vari chicci di mais, la parte commestibile, dalla forma quasi rettangolare e dal colore giallo intenso.

Trattandosi di uno dei cereali più importanti in campo alimentare, il mais è molto utilizzato nella nostra cucina nelle sue particolari varietà. In Italia il mais lessato, quello insomma già cotto che compriamo nelle varie scatolette, è utilissimo per condire i classici piatti di insalata, mentre nella sua forma naturale può essere bollito o tostato. Dal mais secco, invece, hanno origine i pop corn.

Storia

L'origine del mais risale ai tempi della scoperta dell'America, prima di allora questo alimento era praticamente sconosciuto in Europa, vista la sua provenienza dall'America centro-meridionale. Il mais è stato infatti sempre l'alimento principe della cucina azteca. In Italia iniziò a diffondersi qualche tempo dopo il 1600 e le prime coltivazioni di mais ci furono nelle regioni della pianura padana grazie al clima ed ai terreni piuttosto favorevoli. Solo successivamente, verso il 1800, il mais riuscì anche a diffondersi nella sua varietà dolce, quella cotta che nell'alimentazione odierna ritroviamo nei classici barattoli e che utilizziamo principalmente per il condimento di insalate.

Proprietà

Trattandosi di un cereale, il mais contiene delle proprietà nutrizionali alquanto interessanti per l'organismo umano, aiuta insomma a migliorare anche alcuni aspetti della propria salute. Non sono quindi da sottovalutare i valori nutrizionali del mais, è infatti un cereale ricco di glucidi, fibre, con un buon apporto di magnesio, fosforo e di vitamina B9. Dal punto di vista della salute, qual è quindi l'aiuto proveniente dal mais? Se assunto attraverso le tisane, il mais ha un importantissimo effetto diuretico, aiutando coloro che soffrono di cistite e calcolosi. Con l'olio derivante dal mais, invece, si può donare un aspetto migliore alla propria pelle, rendendola molto più elastica e morbida, utile quindi per prevenire la comparsa delle rughe.

Varietà

Il mais può essere cucinato in diversi modi, ha tante varietà culinarie interessanti, come abbiamo già accennato in precedenza. Vi sono i classici chicchi, sgranati dalla spiga, che possono essere lessati o grigliati; i chicci fioccati, quelli cotti a vapore e poi schiacciati che danno origine ai corn flakes; i chicci tostati che generano i pop corn. Dalle germe del mais si ottiene poi il classico olio, molto utilizzato in cucina soprattutto a crudo. Ritroviamo poi la classica farina di mais con la quale è possibile realizzare qualsiasi tipo pasta o pane ed inoltre è senza glutine, ideale quindi per i celiaci. Dal mais inoltre si estrae anche l'amido, il quale svolge un ruolo importante per altre preparazioni alimentari.

Prezzo

Il prezzo del mais negli ultimi tempi in Italia è alquanto sceso, dal punto di vista delle varie raccolte si parla di circa 17 euro al quintale. E' bene precisare che il prezzo del mais che si acquista al supermercato, in scatola o fresco, varia a seconda del periodo e della confezione. In genere, tuttavia, una confezione piccola di mais in scatola costa circa 1 euro.  

Curiosità

E' davvero particolare la concezione del mais nella cultura Maya. Secondo questo popolo, infatti, il mais è il terzo dio più importante da venerare in quanto è da qui che avrebbe avuto origine il primo essere umano, modellato dalla farina di mais.