Nasello

Il nasello, o Merluccius merluccius, noto anche anche come luccio, è un pesce d’acqua salata che appartiene alla famiglia delle Merlucciidae. Si tratta di un pesce che si trova nel Mar Mediterraneo, nel sud del Mar Nero e nell’Oceano Atlantico, soprattutto fra i fondi sabbiosi. Il nasello presenta un corpo allungato e slanciato, i denti prominenti e un colore grigio-nerastro: alcuni esemplari possono addirittura raggiungere i 140 centimetri di lunghezza e pesare circa 15 kg. Il nasello non è mai di allevamento e viene pescato soprattutto da febbraio a maggio: si tratta di un pesce magro e molto digeribile, caratteristiche che lo rendono particolarmente adatto all’alimentazione degli anziani e dei bambini. Sono moltissime le ricette a base di nasello, che si presta ad essere cucinato al forno, in padella, fritto (è indispensabile per la frittura di paranza) o come condimento per la pasta, anche se una delle ricette più famose resta il nasello all’acqua pazza.

Storia

Il nasello ha da sempre rappresentato la più importante specie commerciale del Mar Mediterraneo fin dall’antichità: il nasello era regolarmente consumato da tutte le popolazioni del bacino mediterraneo anche perché si tratta di un tipo di pesce facilmente reperibile e in pratica disponibile durante tutto l’anno. Anche nel corso dei secoli l’importanza della pesca del nasello non si è mai affievolita tanto che il nome nasello deriva dal termine medievale Maris Lucius, vale a dire luccio di mare, dato che assomiglia al luccio.

Proprietà

Il nasello è un pesce molto simile al merluzzo con il quale tuttavia non deve essere confuso, ma di cui presenta però le stesse proprietà nutrizionali: è un pesce a carne magra e digeribile, ricca di proteine nobili, di minerali (calcio, fosforo, ferro e iodio in particolare), ma ha un sapore più delicato, è povero di grassi e contiene poche calorie, circa 82 ogni 100 grammi. Proprio per questo motivo si tratta di un tipo di pesce particolarmente adatto anche alle diete ipocaloriche dato che è un pesce nutriente, ma poco leggero e molto sano ed è adatto anche all’alimentazione delle persone convalescenti, delle persone che presentano malattie epatiche o problemi di digestione, ma anche per la dieta degli sportivi.

Varietà

Spesso e volentieri in nasello viene confuso con il merluzzo soprattutto se è di grandi dimensioni e soprattutto se viene venduto sotto forma di filetti. L’unico modo per riconoscerli è osservare con attenzione: il merluzzo è dotato di una sorta di barbetta sotto la testa, assente invece per il nasello. Il vero e proprio nasello può essere invece diviso in specie diverse a seconda di dove viene pescato. In quest’ottica è possibile pertanto distinguere il merluccius merluccius che vive nel Mar Mediterraneo, il nasello atlantico, il nasello pacifico, il nasello australe e il nasello dell’Oceano Indiano.

Prezzo

Il nasello viene venduto generalmente intorno ai 10 euro al chilo. Si tratta di un tipo di pesce che si conserva molto bene e che può essere anche surgelato. Al momento dell’acquisto è bene essere particolarmente accorti per valutare che il nasello sia effettivamente fresco: è necessario controllare l’occhio, che deve essere vitreo e dai colori vivi, e l’odore, che dovrebbe essere delicato.

Curiosità

Il fatto che il nasello fosse un pesce particolarmente apprezzato anche nell’antichità è confermato dal fatto che il nasello alla palermitana è un’antica ricetta che risale a Pellegrino Artusi, il celebre scrittore, gastronomo e critico italiano.