Noci

La noce indica il frutto commestibile dell’albero del noce, Juglans regia, anche se da un punto di vista strettamente botanico la noce rappresenta il seme dell’albero (che può raggiungere anche i 25 metri di altezza) contenuto all’interno di una drupa con l’endocarpo legnoso.
Il noce fiorisce verso aprile-maggio, mentre i frutti nascono verso settembre-ottobre. Il guscio della noce è diviso in quattro parti distinte fra due tramezzi che contengono il vero e proprio gheriglio, molto ricco e voluminoso, ricco di sostanze oleose.
Le noci possono essere consumate fresche o secche (è fra la classica frutta secca natalizia) e possono essere utilizzate per preparazioni culinarie tipiche della cucina italiana, come ad esempio la salsa di noci preparata in Liguria e usata per condire soprattutto la pasta. L’olio delle noci viene utilizzato anche per la preparazione di liquori, come il nocino o il nocillo.

Storia

Originaria dell’Asia Minore e della Grecia, la pianta del noce si è rapidamente diffusa anche nei Paesi Europei. I primi documenti che confermano la presenza delle noci in Europa risalgono a Plinio il Vecchio, che racconta l’importazione delle noci in Europa da parte dei Greci in un lasso di tempo compreso fra l’VII e il V secolo a.C.

Proprietà

Le noci, spesso accusate come un po’ tutta la frutta secca di essere altamente caloriche, presentano però numerosi vantaggi. Sono infatti un toccasana per l’apparato cardiovascolare perché l’alto contenuto di arginina favorisce l’elasticità dei vasi sanguigni, mentre gli acidi grassi sono utili per abbassare il colesterolo cattivo (LDL). Le noci, inoltre, sono ricche di vitamina B e sali minerali, contengono omega 3, calcio, magnesio e acido folico (utile in gravidanza). Migliorano anche l’aspetto della pelle rendendola più luminosa, grazie alla presenza di antiossidanti.

Varietà

Esistono molte varietà di noci, prodotte sia in Italia sia all’estero, soprattutto ai Tropici. In Italia la varietà più diffusa è senza dubbio la noce Sorrento, caratterizzata dalla forma ovale e dal guscio allungato, mentre la Franquette è la varietà migliore di noci francesi dalla forma ovale. Fra le varietà tropicali di noci sono particolarmente conosciute la noce Pecan, che nasce fra il Messico e gli Stati Uniti dove è molto diffusa (anche per la preparazione di dolci), la noce del Brasile, diffusa soprattutto in Amazzonia, e la noce Macadamia.

Prezzo

Quanto costa acquistare le noci? Il prezzo tende a variare, e anche molto, in base alla provenienza e alla varietà, ma un chilo di noci italiane costa mediamente intorno ai 6 euro.

Curiosità

Lo sapevate che Noci è anche il nome di un comune italiano che si trova in provincia di Bari e che conta circa 19.000 abitanti? Noce è anche il nome di un affluente di destra dell’Adige, in Trentino Alto Adige. Le noci sono anche citate da Alessandro Manzoni, che nel terzo capitolo de "I Promessi Sposi" scrive di Fra Galdino che va alla “cerca delle noci” in casa di Lucia per raccogliere le noci da cui ricavare l’olio, più economico dell’olio di oliva, e racconta la storia del miracolo delle noci.