Prezzemolo

Il prezzemolo appartiene alla famiglia delle piante erbacee, si tratta di una particolare erba utilizzata molto in cucina per donare un sapore più intenso alle varie pietanze. Il prezzemolo è riconoscibile grazie al colore verde acceso e alla particolare forma delle sue foglioline, che sono irregolari e frastagliate.

Il prezzemolo in cucina è spesso ornamentale, anche se quel suo aroma forte e deciso è utile per arricchire il sapore di determinati piatti, siano essi antipasti, primi o secondi. Molto spesso ad esempio si usa il prezzemolo per condire il pesce, insieme all’olio ed al limone, ma è ottimo anche per le zuppe di legumi, le minestre e le verdure.

Storia

Le origini del prezzemolo risalgono all'epoca dei popoli antichi e le prime apparizioni di questa erba aromatica ci furono in modo particolare nelle zone del Mediterraneo e dell'Asia centrale. Il prezzemolo era però usato come una sorta di pianta ornamentale, furono infatti principalmente i greci ed i romani che iniziarono ad utilizzarlo per decorare le tombe e le case. Il cambiamento avvenne nel 759, quando Carlo Magno impose la coltivazione di prezzemolo in quanto considerato ottimo per la salute dell'uomo, soprattutto perché capce di migliorare l'attività diuretica. Da qui ebbe inizio la grande diffusione di coltivazioni di prezzemolo.

Proprietà

Il prezzemolo ha delle proprietà nutrizionali molto importanti, utili per garantire una salute migliore all'organismo umano. Innanzitutto è ricco di vitamine (K, A, C e B), permette di rendere le ossa ed i tessuti più forti, migliora la vista, rafforza il sistema immunitario, contribuisce alla rapida guarigione ed al mantenimento di una pelle sana. Grazie alla presenza dei flavonoidi, il prezzemolo aiuta anche a prevenire il cancro. Inoltre, come poi già avevano scoperto gli antichi, quest'erba è in grado di migliorare la condizione della vescica, eliminando i classici batteri grazie al suo effetto diuretico. Utilizzato poi sulla pelle può aiutare a migliorarne l'aspetto e a donare sollievo dalle punture di insetti. Tra l'altro il prezzemolo è ottimo anche per chi soffre di alitosi, in quanto riesce a rendere l'alito molto più fresco.

Varietà

Esistono diversi tipi di prezzemolo, ma generalmente si tende a distinguerne due: il prezzemolo a foglia riccia ed il prezzemolo a foglia liscia, quest'ultimo è anche detto "prezzemolo napoletano". Entrambi sono coltivati nelle zone del Mediterraneo, ma solitamente in cucina si opta di più per il prezzemolo a foglia liscia. La differenza, secondo alcuni esperti, non riguarda solamente l'aspetto esteriore, ma i due tipi di prezzemolo differiscono anche nel sapore. Il prezzemolo a foglia liscia a quanto pare è meno amarognolo rispetto al prezzemolo a foglia riccia, anche se la variazione nel gusto è pressoché impercettibile.

Prezzo

Solitamente chi dispone di un piccolo orticello tende a coltivare anche il prezzemolo. In caso contrario, il prezzemolo è facilmente reperibile nei vari supermercati, dove viene venduto ad un prezzo di circa 2,50 euro al chilo. In genere non c'è differenza di prezzo tra le due varietà esistenti.

Curiosità

Sono moltissime le credenze antiche riguardanti il prezzemolo, i romani lo utilizzavano ad esempio anche come una sorta di amuleto contro le disgrazie, non è un caso che ci sia il detto: "occhio malocchio prezzemolo e finocchio". Si pensava inoltre che il prezzemolo potesse prevenire la gravidanza, era quasi utilizzato come un anticoncezionale, infatti molte donne mangiavano prezzemolo per indurre la comparsa delle mestruazioni.