La cacciagione (o selvaggina) è molto apprezzata in autunno, ovvero quando la stagione della caccia è nel pieno; gli animali cacciati appartengono a tutti i generi di fauna selvatica e non solo, come avremo modo di scoprire insieme. La caratteristica comune della carne proveniente da cacciagione è il sapore forte e corposo che richiede l’accompagnamento di un vino dal gusto altrettanto deciso. Tuttavia, vi sono delle indicazioni particolari, a seconda che si tratti di cacciagione da penna, pelo, acquatica, piccola o di grosse dimensioni. Se la cacciagione proviene da regioni a carattere viticolo, ovviamente l’abbinamento perfetto è con vini locali, o meglio “della casa”.

Iniziamo a fare qualche esempio di abbinamento tra cacciagione e vini partendo da una delle carni più conosciute, ovvero quella del fagiano, che acquista un sapore unico servito con un bel bicchiere di Barbaresco. Alcuni tipi di cacciagione si sposano con i bianchi ma, anche in questo caso, devono avvolgere completamente il palato. La cacciagione da penna e quella acquatica richiedono Chardonnay invecchiati, dunque prestate molta attenzione a quale vino mettere in tavola.

Le regine della cacciagione sono l’anatra e l’oca, la cui carne grassa può essere resa più leggera da un Chianti Riserva o da un Brunello di Montalcino. Se non avete a disposizione questi vini o volete provare altri abbinamenti, scegliete sempre quelli di uve cabernet o pinot nero. Nella categoria della cacciagione vi sono anche il coniglio selvatico e la lepre che richiedono rossi robusti, magari tratti da uve nebbiolo; il cervo e il daino hanno una carne molto profumata che viene esaltata dal Barolo e dal Sassicaia; una menzione a parte merita il capriolo che spesso viene cotto allo spiedo, e la carne assume la consistenza della selvaggina.

Per non sbagliare, abbiamo deciso di proporvi il giusto abbinamento tra vini e piatti tradizionali. L’anatra al cognac, un grande classico, è perfetta con il Gabiano, il Rosso di Carmignano o lo Schioppettino, mentre le beccacce al ginepro devono essere accompagnate da un buon calice di Barolo, Duca Enrico o Sassicaia. Un’altra ricetta a base di beccacce prevede i crostini, per cui è meglio un vino amarone, come il Recioto Amarone della Valpolicella. Tra gli altri piatti must di cacciagione c’è il gallo cedrone ai funghi per cui è ideale il Rosso di Montalcino.