Tutto pronto a Verona per Vinitaly 2016, la più importante kermesse enologica italiana. L’appuntamento, fissato per il 10, 11, 12 e il 13 Aprile presso la struttura di Veronafiere, in viale del Lavoro 8, come ogni anno si preannuncia ricco di interessantissime novità nel settore della viticultura con migliaia di etichette provenienti da tutto il mondo.

Giunto alla 50esima edizione, il salone internazionale dei vini e dei distillati, aprirà i battenti il giorno 10 Aprile con la cerimonia di inaugurazione in programma presso il Verdi Auditorium del Palaexpo. La kermesse, quest’anno ospiterà circa 4 mila espositori, piccoli e grandi produttori provenienti da tutt’Italia e dal mondo.

Gli stands resteranno aperti tutti i giorni dalle 9.30 alle 18,00 e il costo del biglietto giornaliero sarà di 80 euro, mentre l’abbonamento per l’intera manifestazione sarà di 120 euro.

Vini, distillati, incontri, seminari e soprattutto degustazioni dei tanti vini italiani ed esteri in esposizione. Nell’edizione 2016 si darà ampio spazio ai vini sudafricani, neozelandesi e sudamericani con particolare attenzione per i vini provenienti dall’Argentina e dal Cile. Per la prima volta si potranno assaggiare anche vini russi e quelli provenienti da paesi emergenti come la Moldavia, l’Ucraina e l’Australia. Tra i vini italiani si darà spazio alle eccellenze nate nelle cantine del Salento e del Molise.

Il programma dell’edizione 2016 è ricchissimo come sempre di eventi dedicati al mondo del vino e della viticoltura, con un omaggio a Giacomo Tachis con la degustazione storica dei suoi vini. Gli eventi si concluderanno con la premiazione da parte di “Vini d’Italia” dei nove migliori vini dell’edizione di quest’anno.

Il polo fieristico di Verona è raggiungibile in auto e saranno messe a disposizione dei visitatori delle navette di collegamento con le aree parcheggio, la stazione dei treni di Porta Nuova e l’aeroporto Valerio Catullo.

Disponibile anche un’app scaricabile gratuitamente su Apple Store e Google Play.