Zenzero

Lo zenzero (Zingiber officinale) è una pianta erbacea perenne che appartiene alla famiglia delle Zinziberacee, originaria dell’Asia orientale. Lo zenzero si presenta sotto forma di una canna con rizomi orizzontali tuberosi, aromatici e profumati. Il sapore è pungente e piccantino: lo zenzero infatti viene ampiamente utilizzato in cucina come aromatizzante per la produzione di dolci e frutta candita, confetture, ma anche focacce, biscotti, tè, liquori o bibite. La coltivazione dello zenzero è praticamente diffusa in molti paesi caldi tropicali, tra cui il Brasile, il Messico, l’Africa, l’Indonesia, il Perù: il più importante produttore resta comunque l’India che offre circa il 35% della produzione mondiale. Il termine “Zingiber” deriva dall’indiano “Zingibil”, anche se lo zenzero presenta moltissimi nomi volgari a seconda del paese in cui viene coltivato.

Storia

Lo Zenzero era noto fin dall’antichità, utilizzato da millenni in India e in Cina come spezia alimentare e come condimento, ma anche come ingrediente base per il curry. Anticamente lo zenzero era utilizzato anche come componente di rimedi erboristici. La parola deriva dal termine singivera: quando la pianta arrivò in Europa con i soldati delle campagne asiatiche di Alessandro Magno, ogni lingua modificò il nome originale spiegando così il fatto che lo zenzero viene chiamato in modo diverso in ogni lingua. Di certo l’uso dello zenzero è attestato anche nell’antica manifattura dolciaria fiorentina del Trecento, tanto da essere citato anche nella sesta novella dell’ottava giornata del Decamerone di Boccaccio. Lo zenzero fu citato anche da Galeno che ne descrisse la radice mentre nel 1500 il Matthioli descrisse questo tipo di droga indicandola come aroma per i cibi.

Proprietà

Lo zenzero presenta innumerevoli proprietà: è stimolante e carminativo, utile per contrastare il dolore delle articolazioni, presenta proprietà anticoagulanti, abbassa il colesterolo ed è utile contro il trattamento delle cardiopatie. Inoltre molti studi hanno dimostrato che è efficace contro la nausea da mal di mare, dalla gravidanza e dalla chemioterapia. Le sostanze contenute nello zenzero sono anche efficaci contro la diarrea, una delle maggiori cause di mortalità infantile nelle nazioni in via di sviluppo. Lo zenzero è un forte antiossidante, ma può anche causare delle reazioni allergiche, eruzioni cutanee, mal di stomaco, gonfiore e produzione di gas ed è controindicato per chi soffre di calcoli biliari.

Varietà

Anticamente era possibile trovare lo zenzero solo essiccato mentre adesso è reperibile anche fresco. Se presenta la cuticola esterna viene chiamato zenzero grigio, ma se il rizoma viene decorticato e commercializzato prende il nome di zenzero bianco. Lo zenzero varia anche in base al rizoma carnoso, sia nel colore che nel formato e può essere sabbioso, giallo, bianco, o rosso.

Prezzo

Lo zenzero può essere acquistato in ogni supermercato: 50 grammi di radice fresca di zenzero costa circa 2 euro.

Curiosità

Il pan di zenzero, o gingerbread in inglese, è un impasto per biscotti a base di zenzero, cannella, chiodi di garofano e noce moscata, tipico dei paesi anglosassoni come Inghilterra, Stati Uniti e Nord Europa. Nella medicina araba allo zenzero vengono attribuite proprietà afrodisiache e secondo alcune popolazioni africane mangiare zenzero aiuta a difendersi dalle punture delle zanzare. Nei paesi occidentali la polvere di radice di zenzero essiccata viene messa in capsule e venduta in farmacia per scopi medicinali.