Che cosa hanno in comune cibi di colore blu, di colore rosso e di colore viola? Tutti sono ricchi di polifenoli, potenti antiossidanti, e di antocianine, i pigmenti che danno la colorazione a frutta, verdura e fiori. Vino rosso, mirtilli, fragole, melanzane, mirtilli, ciliegie, uva nera, arance rosse e molti altri alimenti “colorati” sono indispensabili nella nostra dieta quotidiana dato che offrono numerosi benefici per la salute e che fanno bene in particolar modo alla circolazione. A mettere in evidenza i vantaggi di una dieta ricca di polifenoli, e di conseguenza di cibi colorati, è uno studio italiano pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition.

La ricerca ha coinvolto 86 adulti sovrappeso o obesi, a elevato rischio cardiovascolare: ciascuno dei gruppi ha seguito una dieta diversa, tra cui una ricca di omega 3, l’altra di polifenoli. I dati dello studio hanno dimostrato che chi aveva seguito una dieta ricca di polifenoli e di cibi di colore viola, rosso e blu presentava un rischio minore di malattie cardiovascolari e un minore stress ossidativo, indispensabile contro l’invecchiamento cellulare. Un altro recente studio aveva messo in evidenza come una dieta a base di alimenti di colore rosso, blu e viola, aiutasse concretamente a contrastare l’obesità, evitando accumuli di grasso (pericolosi anche per le malattie cardiovascolari), e a tenere lontani i tumori. Insomma una dieta ricca di alimenti colorati sembra essere utile per favorire la salute senza dover mai rinunciare al gusto.