Vota questa ricetta

Persone
2

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 2 persone

La vera crema chantilly fu creata nel XVII secolo in Francia. Veniva preparata con panna fresca di alta qualità, una bacca di vaniglia e zucchero a velo. Nella ricetta classica, la panna veniva montata a mano, proprio come nella mia ricetta, mentre per aromatizzare la crema si aggiungeva la parte interna della bacca di vaniglia. Per questa ricetta occorre della panna che deve essere di alta qualità, inoltre prima di montare la panna occorre unirla alla vaniglia e lasciarla riposare per tutta la notte, in modo che l’aroma sia più intenso. Successivamente, la panna viene filtrata e montata, mentre lo zucchero viene aggiunto durante la lavorazione della panna, poco alla volta. La crema chantilly è una delle creme più versatili della pasticceria italiana e mondiale, usatela secondo i vostri gusti, per arricchire diverse preparazioni dolci oppure gustatela direttamente come dolce al cucchiaio.

Preparazione - Crema chantilly

1. Mettete una pentola o una ciotola di acciaio nel freezer per una mezz’ora, dopodiché tiratela fuori e versate al suo interno la panna. Aprite la bacca di vaniglia e, usando la punta del coltello, tirate fuori i semini che sono al suo interno. Versate i semini nella panna, mescolate, coprite la ciotola con la pellicola e mettetela in frigo per tutta la notte.

crema chantilly_proc1

2. Filtrate la panna tramite un colino oppure una garza alimentare per eliminare i semi di vaniglia. Riversate la panna nella ciotola raffreddata. Iniziate a sbattere con la frusta a mano, inclinando la pentola. Quando la panna inizierà incorporare l’aria e si gonfierà, aggiungete un po’ di zucchero a velo e continuate a sbattere la panna. Aggiungete il rimanente zucchero, sempre poco alla volta, sbattendo continuamente.

crema chantilly_proc2

3. Quando la panna acquisterà la consistenza da voi desiderata, rimettetela in frigo. Preparate una sacca da pasticcere con beccuccio a stella e, aiutandovi con una paletta, mettete la crema chantilly nella sacca. Distribuite la crema chantilly in coppette di vetro monoporzione, precedentemente raffreddate, e servite subito, oppure riponetele in frigo. In alternativa, usate la crema chantilly per farcire torte, bignè o altre preparazioni dolci.

crema chantilly_proc3

Ed ecco una foto della crema chantilly pronta per essere gustata:

crema chantilly_

Trucchi e consigli

– Se non avete tempo per preparare la crema chantilly secondo la ricetta originale, potete sempre usare della comune panna, della vanillina e dello zucchero a velo, procedendo montando il tutto con delle fruste elettriche. Ovviamente il consiglio è di seguire il procedimento tradizionale descritto in questa ricetta, che conferisce alla crema chantilly un gusto e una consistenza unica.

– In Italia spesso, erroneamente, viene chiamata crema chantilly una preparazione in cui la panna montata viene amalgamata alla crema pasticcera. In realtà, la crema preparata in questo modo prende il nome di crema chantilly all’italiana o crema diplomatica.

– Le proporzioni per la preparazione della crema chantilly in grande quantità sono 5 dosi di panna per 1 dose di zucchero.

Se siete intolleranti alle proteine del latte, provate la crema chantilly senza lattosio, in questo caso preparata con panna e crema pasticcera.

Vota questa ricetta