Un corso di degustazione dei vini è un corso in cui si impara a giudicare i vini in base alle loro caratteristiche fisiche e organolettiche, al fine di riuscire ad abbinarli correttamente alle diverse pietanze all’interno di un pasto.

I vini, infatti, non sono tutti uguali, ma, presentano caratteristiche proprie che li rendono adatti ad accompagnare particolari tipologie di cibi. Al di là delle distinzioni più classiche e scontate, quali ad esempio quella tra vini da pasto e da dolce, tra vini da aperitivo e vini fermi, i vini presentano numerose differenze.

Saper abbinare il vino giusto è fondamentale per valorizzare un pranzo o una cena. I corsi di degustazione insegnano a conoscere i vini, come abbinarli in base alla corposità, alla freschezza, al gusto, ecc. I corsi insegnano anche come degustare il vino nella maniera corretta e come servirli scegliendo il bicchiere giusto e la giusta temperatura di servizio.

Il costo di un corso di degustazione può variare in base a diversi fattori. Ci sono i corsi professionali, al termine dei quali si può intraprendere la carriera di degustatore professionista che durano qualche anno e possono costare anche diverse migliaia di euro, mentre ci sono quelli amatoriali, che forniscono solo un sommaria infarinatura della materia e che durano pochi mesi, il cui costo è decisamente inferiore e non supera mai i mille euro.

I corsi organizzati dall’Ais (Associazione Italiana Sommelier) costano intorno ai 1500 euro, ma, sono divisi in tre livelli distinti, al termine di ciascuno dei quali si riceve un attestato. Si può decidere se seguirli tutti e tre o se fermarsi prima, in base al livello di conoscenza che si vuole raggiungere.

I corsi dell’Ais sono suddivisi in 44 lezioni, mentre, sono molto più brevi ed economici i corsi amatoriali di degustazione. Questi ultimi prevedono una decina di incontri al massimo, come ad esempio quelli organizzati da Slow Food o Eataly che durano 5 o 6 incontri. I costi in questi casi variano in base alla regione e alla tipologia del corso e partono da un minimo di 70 ad un massimo di 250 euro.

Ci sono poi i master universitari come quello organizzato dall’Università degli Studi delle Scienze Gastronomiche il cui costo è di 16.500 euro, ma che è strutturato come una vera e propria laurea di primo livello.