Anice stellato

anice stellato

L’anice stellato (Illicium verum), noto anche come anice stellato cinese, appartiene alla famiglia delle Illiaceae e nasce da una pianta sempreverde. È originario del Medio Oriente, ma praticamente adesso è diffuso in ogni parte del mondo, dal bacino mediterraneo all’Asia al Sud America. Il nome della pianta ovviamente deriva dal frutto particolare che produce e che è a forma di stella a otto braccia, caratterizzato da un colore bruno-rossastro e dal sapore deciso, molto simile a quello della liquirizia. L’anice stellato viene raccolto dalla pianta quando non ha ancora completato la sua maturazione: successivamente viene sottoposto al processo di essiccazione e poi viene lavorato per essere trasformato in spezia. Una volta lavorato, l’anice stellato viene utilizzato soprattutto per la preparazione di dolci tradizionali, come torte, biscotti, panpepati o frutta secca, ma anche bevande, soprattutto liquori a base d’anice con il Pastis, l’Assenzio e l’Anisette in Francia, il Raki in Turchia, l’ouzo in Grecia, ma anche il Mistrà nelle Marche.