-->

Apparecchiare la tavola secondo quelle che sono le regole del galateo è importante non solo quando si ricevono ospiti importanti, anche una tavola informale merita infatti di essere allestita correttamente, con tutti gli elementi al posto giusto.

Partiamo dalla tovaglia che, oltre ad essere pulita e ben stirata, deve essere sobria, possibilmente dai colori pastello (con il bianco non si sbaglia mai!) e deve scendere di circa 30 centimetri su ogni lato. I tovaglioli devono essere dello stesso colore della tovaglia, non devono mai essere di carta e devono essere posti a sinistra.

Passiamo ora ai piatti. Per ogni commensale al centro del posto va preferibilmente collocato un sottopiatto, che deve rimanere lì per tutta la durata del pranzo o della cena. Sopra va collocato un piatto piano, su cui verrà poi posizionata una fondina, nel caso venga servita una zuppa o una minestra, oppure un altro piatto piano qualora venga servita della pastasciutta o un risotto. Il piattino con il pane andrà invece posizionato in alto a sinistra, praticamente sopra le posate di sinistra.

Per quanto riguarda le posate, invece, a destra andranno posizionati i coltelli, con la lama rivolta verso il piatto, e uno o due cucchiai, a seconda delle portate. A sinistra, invece, vanno posizionate tre forchette, rispettivamente per l’antipasto, per il primo e per il secondo (oppure tante quante sono le portate). Le posate per il dessert andranno posizionate sopra il piatto.

I bicchieri vanno invece posizionati sopra le posate di destra. Partendo da sinistra ci sarà il bicchiere per l’acqua e poi a seguire gli altri, uno per ogni tipo di bevanda servita.

Infine, va prestata attenzione anche alla disposizione dei commensali. In particolare, il padrone e la padrona di casa si siederanno a capotavola, l’uno di fronte all’altra, con al loro fianco quelli che sono considerati gli ospiti più importanti. E’ preferibile inoltre alternare un uomo e una donna.