-->

Il latte vaccino è uno degli alimenti più completi e nutrienti, le cui proprietà sono note sin dai tempi più antichi. Purtroppo chi non lo digerisce o chi è intollerante non può gustarlo come tutti gli altri, anche se esistono delle alternative molto valide e dalle proprietà nutrizionali altrettanto valide. Scopriamo insieme le cinque bevande che possono sostituire il latte in una qualsiasi dieta.

Latte di mandorla
Il latte di mandorla si ottiene dall’infusione in acqua delle mandorle finemente tritate per poi spremere per intero il succo. Il sapore non può quindi che essere diverso dal latte e ricordare vagamente le noci: è perfetto per la prima colazione, ma anche come bevanda da gustare durante il giorno e per preparare prodotti di pasticceria. Tra i benefici principali, inoltre, occorre ricordare il basso contenuto di calorie. Se volete provarlo, qui trovate la ricetta del latte di mandorle fatto in casa.

Latte di soia
Questa bevanda vegetale è molto diffusa in Asia e ricorda il latte per il suo colore bianco. La corposità del latte di soia non è molto diversa rispetto a quella del latte di mandorla, senza dimenticare che non presenta alcuna difficoltà per quel che riguarda la cottura. Il contenuto proteico è piuttosto elevato, ragione per cui può essere sfruttato come ottimo energizzante.

Latte di riso
Ancora una volta l’aspetto è simile al latte vaccino. I chicchi del cereale vengono fatti macerare in un brodo d’acqua aggiungendo allo stesso tempo enzimi. Il sapore è molto dolce e si distingue nettamente il riso: è perfetto insieme a qualsiasi tipo di cereale o anche come semplice bevanda alimentare. Tra le alternative che sono in questo caso descritte, si tratta di quella con il valore nutrizionale più basso, però è comunque perfetta per gli allergici. Questo prodotto può essere acquistato in qualsiasi supermercato oppure provate la ricetta del latte di riso fatto in casa oppure, per i più golosi, quella del latte di riso al cioccolato.

Latte di capra
Ovviamente non bisogna fare confusione tra il latte di mucca e quello di capra. Quest’ultimo si presenta abbastanza cremoso e più denso, con un sapore leggermente muschiato. Va utilizzato allo stesso modo del latte vaccino e non è raro trovare nei supermercati dolci e biscotti preparati con questa bevanda. La digeribilità è maggiore, oltre alla buona fonte di vitamina A.

Latte di canapa
Probabilmente è il meno noto dei cinque, ma è ugualmente utile. I semi della pianta vengono fatti macinare insieme all’acqua, con l’aggiunta talvolta di un dolcificante. Il sapore è netto e deciso e tra le proprietà principali bisogna ricordare la presenza di omega-3 e omega-6, oltre alle numerose proteine.