-->

Cioccolato e caffè? Saranno anche gustosi e forse irrinunciabili per molti nell’arco della giornata, ma in effetti rappresentano un vero e proprio pericolo per il sonno e di certo non favoriscono il riposo. Questo almeno è quanto emerge da uno studio condotto dagli esperti dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano che hanno osservato le abitudini alimentari di 8.500 italiani per capire gli effetti degli alimenti eccitanti su persone di diverse fasce d’età e di differente massa corporea.

Tenendo conto dei risultati dello studio, gli esperti suggeriscono di limitare il consumo di cioccolato e caffè solo alle prime ore della giornata o al massimo alle prime ore del pomeriggio evitandone il consumo nelle ore serali: è chiaro poi che dovrebbero attenersi a una “regola” del genere soprattutto tutti coloro che hanno qualche problema ad addormentarsi o a dormire con regolarità per tutta la notte. Consigliabile anche preferire una cena leggera evitando i fritti e gli alimenti grassi e troppo difficili da digerire. Meglio invece bere una tazza di latte tiepido prima di andare a dormire: gli effetti benefici del latte sono racchiusi negli alti livello di triptofano, un particolare aminoacido che favorisce la produzione nel nostro cervello di sedativi naturali, la serotonina e la melatonina, che pertanto favoriscono la continuità e la buona qualità del sonno.