-->

Aprire correttamente una buona bottiglia di vino è un’arte, ma pensate solo per un momento di avere una bottiglia di vino che vorreste sorseggiare e di non avere a disposizione alcun cavatappi. In questo caso che cosa fareste? Sappiate che per aprire una bottiglia di vino ci sono diversi metodi, anche se non esattamente ortodossi, in ogni caso efficaci. Toglietevi una scarpa e collocatevi all’interno la bottiglia di vino dandole con forza e ripetutamente dei colpi contro il muro: vedrete che pian piano il tappo di sughero si alzerà fino a quando potrete toglierlo con estrema facilità.

Se invece avete a disposizione cacciavite e pinza, aprire la vostra bottiglia di vino sarà un gioco da ragazzi: non dovrete fare altro che infilzare il cacciavite nel tappo di sughero e poi sfilarlo del tutto prendendolo con le pinze. Utilizzate invece le tenaglie riscaldate (meglio se incandescenti) per poter forzare adeguatamente il collo della bottiglia: sarà poi sufficiente accostare un cubetto di ghiaccio per spezzarlo con facilità.

Il coravin, una sorta di pinza a molla, è l’ideale per aprire una bottiglia di vino: basta inserire il tappo all’interno e poi collocare la pinza nel collo della bottiglia per spillare il vino. Se avete invece delle speciali pinzette giapponesi potrete far lentamente leva sul tappo collocato all’interno per toglierlo del tutto e aprire la vostra bottiglia. Infine, non poteva mancare il classico e scenografico colpo di sciabola per rompere la parte superiore del collo della bottiglia.