-->

VIDEO IN BASSO…

Avete mai pensato di preparare le uova sode strapazzate? Potrebbe sembrare un controsenso visto che in teoria le uova sode vanno bollite direttamente nell’acqua con il guscio e che le uova strapazzate vanno aperte e poi cotte nella padella… esiste però una tecnica decisamente particolare e spettacolare, ma estremamente semplice, per preparare le uova sode strapazzate direttamente all’interno del loro guscio.

Come fare? Dovrete semplicemente prendere un uovo fresco e procurarvi un lungo canovaccio. Avvolgetevi l’uovo all’interno, collocandolo al centro del tovagliolo e badando bene di avere a disposizione due estremità molto lunghe. Adesso chiudete le due estremità del canovaccio aiutandovi con due elastici, o due lacci stretti, uno per ciascun lato. Ora arriva la parte divertente e cioè strapazzare le uova: prendete il canovaccio per le due estremità e avvolgetelo velocemente con movimenti rotatori, poi interrompete improvvisamente il movimento bloccandovi e tendendo il canovaccio. Ripetete più di qualche volta l’operazione in modo tale che il bianco e il tuorlo dell’uovo arrivino ad amalgamarsi, o meglio, a strapazzarsi completamente. Dopo aver effettuato gli stessi movimenti più di qualche volta, togliete gli elastici e prendete l’uovo. Mettetelo a bollire in una pentola con dell’acqua, coperto da un coperchio: saranno sufficienti 15-20 minuti e poi, una volta sodo, sbucciate il vostro uovo. Togliendo il guscio vedrete che le vostra uova sode saranno di colore giallo, perfettamente strapazzate!