-->

La scelta di un buon vino non può non dipendere anche dal prezzo: spesso però le bottiglie migliori costano uno sproposito, il che non significa che non si possano unire idealmente qualità e costo. Seguendo alcuni consigli è possibile risparmiare e accontentare i palati più esigenti, dunque cerchiamo di capire meglio come bisogna comportarsi al momento dell’acquisto.

Comprare dal produttore
Il primo consiglio che si può seguire è quello di acquistare il vino direttamente dal produttore. Certo, non è consentito a tutti di recarsi nelle cantine migliori del nostro paese, ma gli ultimi sondaggi della Coldiretti hanno evidenziato come ben sette italiani su dieci abbiano acquistato bottiglie nei mercati degli agricoltori, nelle aziende agricole e nei punti vendita gestiti dal produttore (negozi, botteghe e sagre), un fenomeno in rapida espansione oltre che un’ottima opportunità.

La scelta delle regioni di produzione
Quale vino scegliere nello specifico? In alcuni casi si tende a scartare colpevolmente le regioni meno rinomate: in realtà esistono Doc il cui nome fa meno effetto rispetto ad altre e che varrebbe la pena provare, come ad esempio il Grignolino del Monferrato Casalese, vino di una regione importante come il Piemonte che merita più di una opportunità.

L’importanza del clima
Anche il clima ha una sua importanza per quel che concerne il prezzo finale. Se si guarda ai vini stranieri, in particolare, quelli che sono prodotti in paesi dai climi più caldi (ad esempio la Spagna, la California o l’Australia) possono vantare vendemmie di gran successo e di conseguenza una maggiore reperibilità delle uve e un costo minore.

L’età
Prima dell’acquisto vero e proprio, bisognerebbe sempre porre delle domande. I quesiti sull’età del vino sono tra i più importanti, dipende tutto dal consumo che se ne vuole fare: se si vuole bere un vino nel giro di 24 ore, allora è completamente inutile acquistare una bottiglia di Riesling (giusto per citare un esempio), il vino originario della Germania e che è destinato a rimanere in una cantina per circa cinque anni.

Varietà di uva
Le varietà di uva meno conosciute e famose possono consentire di risparmiare ulteriormente. Ancora una volta, una scelta del genere non significa che si abbassa la qualità insieme al prezzo, in fondo non c’è bisogno di un Cabernet Sauvignon per fare colpo.