-->

Gli acidi grassi sono distinti in tre categorie: saturi, insaturi e polinsaturi. Nel primo caso, in particolare, questi acidi si trovano soprattutto nei grassi di origine animale (gli esempi principali sono rappresentati dal burro, dal lardo e dallo strutto). Gli esperti di alimentazione consigliano una dieta con prevalenza di grassi insaturi e polinsaturi, considerata più leggera e di facile digeribilità. I grassi saturi, invece, aumentano il rischio di malattie cardiovascolari: come ridurli per avere una dieta più equilibrata e non rinunciare al gusto? Ecco di seguito dieci consigli utili.

1. Tofu e noci
Tofu e noci sono dei sostituti perfetti per rimpiazzare la carne a tavola: nella carne rossa si trova un quantitativo di grassi saturi non indifferente (specialmente quella di bovino e ovino), circa 15 grammi a seconda del taglio. Il pollo e il tacchino sono invece meno a rischio.

2. Carne e grasso
Se proprio non si riesce a fare a meno della carne, si può scegliere quella più magra (appunto quella di tacchino o di pollo può andare bene in tal senso), ricordando di rimuovere il grasso quando è possibile.

3. Ridurre le porzioni
Le porzioni di carne andrebbero scelte con la massima attenzione: non si deve mai esagerare, ricordando quanti grassi saturi si possono nascondere in una bistecca.

4. Formaggi
Anche la scelta dei formaggi va fatta senza distrazioni: ne esistono diversi tipi con un ridotto apporto di grassi e se si vogliono evitare livelli eccessivi di colesterolo sono la scelta migliore. L’avocado, inoltre, può sostituire in maniera ideale il formaggio in un panino.

5. Cottura
La cottura dei cibi dovrebbe essere fatta con l’olio d’oliva piuttosto che con il burro o la margarina, decisamente più grassi.

6. Patate
Le patatine fritte rappresentano uno dei principali junk-food (cibo spazzatura): per evitare i loro grassi saturi, allora, è consigliabile preferire le patate cotte al forno o al cartoccio.

7. Latte
Persino la scelta del latte può incidere sulla dieta equilibrata. Ogni volta che si va al supermercato, infatti, si dovrebbe prestare attenzione al contenuto di grassi presente nella bevanda.

8. Burro e maionese
Burro e maionese rendono i piatti più gustosi ma anche più difficili da digerire. Nel primo caso, l’olio extravergine d’oliva è una alternativa sana, mentre al posto della maionese vanno più che bene le salse allo yogurt.

9. Legumi e verdure
Legumi come i fagioli e le verdure dovrebbero essere aumentati in termini di quantità a tavola: in questa maniera si avranno a disposizione sali minerali preziosi piuttosto che grassi saturi.

10. Frutta
La frutta è senza dubbio l’alternativa migliore e leggera al gelato quando si parla di dessert: lo stesso discorso può essere fatto per il frozen yogurt, simile al gelato ma più sano.