-->

Le passioni gastronomiche sono spesso irrefrenabili e vivono intensamente il loro momento di gloria. Ad esempio, in questo momento a Milano ci si è riscoperti appassionati del Lobster Roll, il panino farcito con l’astice della costa atlantica: si tratta di una specie di hot dog (il pane è praticamente lo stesso), in cui bisogna aggiungere lattuga, sedano, maionese, limone e burro fuso. Persino la celebre catena McDonald’s lo ha proposto nei suoi menù, ma quali sono i migliori ristoranti milanesi in cui è possibile gustarlo. Vanity Fair li ha elencati e scelti con cura.

Corallo Lobster Bar
Il nome del locale fa già intendere quanto sia forte la passione per l’astice. Gli interni hanno un design tipicamente mediterraneo, mentre l’atmosfera è piacevole e accogliente. Che cosa propone il menù nello specifico? L’astice può essere gustata con la pasta, nel Lobster Roll, ma anche in altre ricette che cercano di unire idealmente la cucina statunitense e quella nostrana.

Lovster&Co
Il nome è una fusione simpatica e indicativa delle parole “Love” e “Lobster”, a chiara testimonianza dell’amore nutrito nei confronti del Lobster. Gli astici arrivano vivi dal Canada e dal Maine, dunque si punta con decisione sulla freschezza assoluta della materia prima. Nel menù sono presenti il Lovster, vale a dire l’astice intero al vapore o alla brace, le linguine Lovster, il Lovster Tempura, la Catalana, il Lobster Roll (ribattezzato per l’occasione “Lovster Roll”) e il Surf & Turf (astice e filetto).

T’A Milano Store & Bistrot
Il locale sorge nel centro di Milano e non è altro che la sede della Alemagna, celebre azienda meneghina attiva nella cioccolateria. Il bistrot propone piatti per un pasto veloce, tra cui il Lobster Sandwich, panino che viene preparato appunto con l’astice, il pomodoro, l’insalata, le uova e pane ai cereali.

Fishbar De Milan
La fusione tra la tradizione culinaria americana e quella lombarda è il punto di forza di questo ristorante. Non mancano comunque altre influenze, soprattutto quelle orientali. La ricetta per il Lobster Roll è stata leggermente rivisitata, con un pane preparato con lievito madre, lattuga, lime, maionese, erba cipollina, pepe nero e astice rigorosamente proveniente dal Maine.

Langosteria Fish Bar
L’ultimo ristorante menzionato da Vanity Fair fa parte di una catena di ristorazione istituita otto anni fa. In questo fish bar si trovano ben sei chioschi in cui vengono preparati i migliori piatti di mare del nostro paese. Il menù propone aragosta, scampi, gamberi, polpo e il King Crab (granchio reale).