-->

Il maialino da latte del peso non superiore ai 6 kg è un piatto tipico sardo, che viene proposto come particolarmente prelibato, in quanto forte di una carne tenera e saporita. In dialetto sardo si tratta del porceddu, un piatto che viene cotto semplicemente allo spiedo, talvolta aggiungendo un po’ di lardo per rendere la crosta più saporita. Il sapore della carne è di per sé appetitosa e quindi non servono artifici per migliorare la naturale bontà del piatto.

Dove è possibile mangiare il maialino da latte in Sardegna? Trattandosi di una sorta di ‘piatto nazionale’, il porceddu può essere gustato in molti ristoranti tipici della zona e secondo le recensioni presenti in rete i migliori sono concentrati nella zona di Nuoro. In particolare è ben recensito il ristorante Santa Rughe, che si trova nel paese di Gavoi in provincia di Nuoro. Si tratta di una locanda che propone piatti tradizionali, fra i quali un delizioso maialino da latte, malloreddus con ricotta, menta e zafferano e tanti tipi di pasta fresca con sughi di agnello.

Su Golugone, ristorante che si trova ad Oliena sempre in provincia di Nuoro, si rivela essere un posto magnifico per chi ricerca una degustazione completa dei piatti tipici della tradizione sarda. In questo locale è possibile assaporare i classici ravioli al finocchietto, i maccarones de busa e soprattutto il famoso e acclamato ‘porcetto allo spiedo’. La preparazione si rivela particolarmente raffinata, in quanto il locale propone carni scelte e una selezione di contorni amabili ricercati fra le meravigliose verdure di stagione. La preparazione è quella tradizionale, quindi senza aggiunta di null’altro che olio e aromi naturali. Il risultato è una carne tenerissima, che diventa profumata grazie allo spiedo e che può essere gustata da chi adora il sapore della carne di maiale più tenera e delicata.