-->

La paella è forse il piatto simbolo della cucina spagnola, soprattutto la paella valenciana, così chiamata in quanto essa proviene dalla città di Valencia. Si tratta di una preparazione a base di riso, pesce, carne e verdure, che viene preparata nella speciale pentola bassa di ghisa chiamata paellera. Il riso viene posizionato con la carne e con alcuni pezzi di pesce nella pentola e allungato con il brodo, quindi lasciato cuocere lentamente fino a che gli ingredienti non vengono cotti alla perfezione e il riso risulta ben amalgamato. La crosticina che si forma nel fondo è considerata la parte più gustosa del piatto e viene ‘raschiata‘ con l’attrezzo tipico di ferro pesante.

La paella è una specialità della costa, e molti sono i locali che a Barcellona che la propongono. In particolare, un’ottima paella può essere gustata al ristorante La Palmera, dislocato in Calle de Jerusalem nel quartiere del Raval. Si tratta di un’osteria antica, che propone una paella fresca, preparata con pescato di qualità e con verdure della tradizione. Il conto è equilibrato e si possono gustare tante specialità della tradizione spagnola, come ad esempio le patatas bravas e anche il polpo alla Gallega.

Per mangiare una buona paella a Barcellona è ideale spostarsi nel quartiere marino della Barceloneta, forse quello che ha saputo conservate ancora un po’ delle sue tradizioni antiche e soprattutto popolari. Ottime tappe per consumare questo piatto prelibato sono El Rey de La Gamba in Passeig Joan de Borbó, dove con meno di venti euro si può gustare una buona paella di carne e pesce accompagnata dal vino del pescatore e il Cal Pintxo, dislocato sul Baluard, forse il più carino per chi sceglie di gustare il piatto in riva al mare.

Barcellona pullula di ristoranti e, purtroppo, molte sono trappole per turisti, che propongono la paella precotta e di scarsa qualità. Il consiglio è quindi di evitare questi locali e di avventurarsi fra i quartieri più popolari, ricercando ristoranti frequentati dalla gente del posto.