-->

L’autunno è una stagione speciale, perché offre tanti prodotti gastronomici buoni e ricercati, spesso legati alle tradizioni di un tempo. Non stupisce sapere che alcune farine antiche sono state riscoperte in tempi recenti e vengono proposte per realizzare piatti dal sapore autunnale nel pieno rispetto della natura. Si tratta di farine che nel corso degli anni sono state abbandonate a favore delle ‘luccicanti’ farine bianche, ma che grazie alla maggiore informazione in campo alimentare vengono impiegate da tante persone in tutta Italia. Ti consigliamo di approfondire l’argomento con il nostro articolo su tutte le farine principali, prima di passare a conoscere le farine alternative.

In particolare, una farina antica e molto nutriente è quella di castagne, che può essere utilizzata nella preparazione di primi piatti, nella pasta fatta in casa e nella sfoglia delle lasagne, nell’impasto degli gnocchi, ma anche per creare deliziosi dolci da forno, come torte, plumcake, biscotti e anche muffin alternativi.

La farina di castagne, detta anche farina dolce, è ottenuta dalla essiccazione e dalla successiva macinatura delle castagne. Un tempo il procedimento avveniva manualmente e la farina di castagne era appannaggio delle località collinari o montane. Al giorno d’oggi è possibile reperire buone farine di castagne già pronte, che permettono di preparare piatti freschi e invitanti per l’autunno. Il sapore della farina di castagne è abbastanza dolce, ma ciò non vieta di associarlo ad accostamenti particolari, quali la frutta secca, i sughi di selvaggina e le verdure stagionali come la zucca e il carciofo.

Un’altra farina antica, ma che si propone attuale nell’impiego, è quella di carruba, che viene prodotta dal baccello del carrubo, una pianta che cresce principalmente nelle regioni del sud Italia e delle isole. Si tratta di una farina priva di glutine, povera di calorie e ricca di fibre, che rivela un sapore molto simile al cioccolato. Il suo utilizzo in cucina è multiplo, perché come la farina di castagne può essere impiegata nella preparazione della pasta fresca, ma anche aggiunta ai dolci da forno, come le torte, i biscotti e i pancake. Grazie all’impiego di questa farina così speciale, i dolci possono infatti acquistare un sapore alternativo di cioccolato e proporsi come ricette originali quanto adorabili da gustare nei dolci brunch domenicali.