-->

Mangiate spesso non per fame, ma per nervosismo, e non sapete come fermarvi? Il fico d’India potrebbe essere un ottimo alleato in grado di risolvere il vostro problema. Originaria dell’America, questa pianta cresce attualmente in tutto il bacino del Mediterraneo e, fra le varie proprietà che presenta fa anche dimagrire. Il fico d’India infatti regola l’appetito grazie alla presenza di particolari fibre solubili, le cosiddette mucillagini. Sono proprio le mucillagini a dare il senso di sazietà bloccando di fatto il desiderio di sgranocchiare in continuazione qualcosa: le mucillagini, infatti, una volta ingerite vanno a creare una sorta di gelatina che blocca il senso di vuoto allo stomaco.

Le fibre, tra l’altro, rallentano anche l’assorbimento degli zuccheri a fine pasto aumentando di fatto il senso di sazietà. Il fico d’India favorisce il movimento intestinale, ma senza irritare le mucose, fa rigenerare la flora batterica riducendo anche il rischio di emorroidi e favorendo il migliore assorbimento di vitamine e minerali. Un recente studio condotto dai ricercatori dell’Università della Bassa California a Tijuana ha anche messo in evidenza che il fico d’India è utile per poter controllare l’indice glicemico, ma è utile anche per chi non è glicemico andando a ridurre l’assorbimento di zuccheri e grassi favorendo il dimagrimento.