-->

Il metodo Franciacorta è un protocollo vinicolo che viene impiegato dai viticoltori della zona che si trova a cavallo fra la Lombardia e il Veneto per dare vita ad uno spumante molto speciale, riconosciuto in tutto il mondo per la sua particolarità e il suo pregio. Si tratta di fasi che chiedono di essere rispettate nel dettaglio, perché dalla loro messa in pratica deriva non solo una produzione vinicola di elevata qualità, ma viene attuato un processo di spumantizzazione preciso, che assicura la nascita di un prodotto con le carte in regola per essere gustato da chi ama i metodi spumantizzati forti, ricchi di lieviti e di profumi inebrianti.

Il metodo Franciacorta si basa innanzitutto sulla selezione di uve Chardonnay, pinot bianco al massimo 50% e pinot nero, che vengono vendemmiate rigorosamente a mano e quindi raccolte in speciali cassette dalla seconda decade di agosto alla prima decade di settembre. La vendemmia prosegue con la pigiatura dell’uva, ovvero con la soffice pressatura dei grappoli interni, alla quale fa seguito la prima fermentazione mosto fiore. In questa fase ha vita la creazione cuvée, con assemblaggi di diversi vigneti, varietà ed annate.

L’imbottigliamento e il tiraggio avvengono con la calibrata aggiunta di zuccheri e di lieviti, con l’applicazione di un tappo metallico provvisorio e con il posizionamento orizzontale delle bottiglie. A questa prima fase segue quindi la seconda fermentazione che avviene calibrando con attenzione l’anidride carbonica e l’atmosfera all’interno delle bottiglie.

Inizia quindi l’affinamento, che dura minimo 18 mesi per il metodo Franciacorta classico e deve prolungarsi a un minimo di 24 mesi per un Franciacorta rosé o satèn, minimo 30 mesi per un millesimato, sia classico che rosé o satèn e minimo 60 mesi per un riserva, classico, rosé, satèn oppure millesimato.

Il metodo Franciacorta si rivela quindi essere preciso nei tempi e nelle metodologie, unico e indispensabile per offrire un vino spumante dai tratti inconfondibili, che tutto il mondo invidia all’Italia per la sua forza e il suo innato carisma.