-->

I primati conquistati dall’Italia in ambito enologico non possono che inorgoglire. L’ultimo si riferisce a un Moscato, per la precisione il miglior Moscato del mondo: il Muscat International Contest Monde, evento di caratura internazionale e che è dedicato proprio a questi vini, ha incoronato il Moscato di Terracina Doc Oppidum Secco 2014, bottiglia che è stata prodotta nella Cantina Sant’Andrea. Come è riuscito a conquistare un traguardo del genere in una competizione tanto “agguerrita”?

Al Contest, il quale si è svolto in Francia, hanno partecipato più di venti paesi con oltre 230 vini: al termine della manifestazione sono state assegnate ben 69 medaglie, 24 d’oro e le restanti 45 d’argento. Il podio è presto detto: il Moscato di Terracina ha conquistato il primo posto, mentre al secondo è finito un vino della Bulgaria (EM Muscat Ottonel 2014). Il gradino più basso, invece, è stato assegnato a un Moscato del Sudafrica, il Nederburg Private Bin Eminence 2008.

Se si guarda alla classifica delle prime dieci bottiglie, poi, ci si può accorgere come altre tre siano francesi e ve ne sia un’altra italiana, vale a dire il Fior d’Arancio Colli Euganei Docg Maeli Moscato 2014, prodotto in Veneto e giunto al decimo posto. Non sono mancate neanche le sorprese, in particolare la presenza per la prima volta dopo quindici anni di concorso di un vino prodotto in Turchia.

Che vino è il Moscato di Terracina? Come specificato dalla stessa Cantina Sant’Andrea, si tratta di un vino di pregio, pluripremiato e che è diventato ormai un vero e proprio simbolo dell’azienda e delle sue qualità. L’ottimo rapporto tra qualità e prezzo è un’altra caratteristica che vale la pena rimarcare. Il gusto e il profumo vengono mantenuti inalterati nel corso degli anni: viene considerato un ottimo abbinamento per gli aperitivi e il crudo di pesce.

Secondo quanto spiegato dall’ente che ha promosso e organizzato l’evento, Forum Oenologie, il concorso ha potuto beneficiare di una varietà incredibile e pregiata di moscati. La qualità complessiva, inoltre, è stata tra le più alte in assoluto: la top 10 è stata in realtà una top 12, visto che due posizioni sono state assegnate ex aequo, una occasione unica per confrontare i moscati di tutto il mondo.