-->

Preservare la salute del cuore è possibile? Sembrerebbe proprio di sì, almeno stando a quanto confermato da uno studio dell’Università di Barcellona interamente dedicato alla dieta mediterranea. Lo studio ha preso in considerazione tutti i valori nutrizionali del classico soffritto mediterraneo, fatto non solo di sapori, ma anche di odori e colori. Dunque aglio, pomodoro, olio extravergine d’oliva e, volendo, anche sedano e carote, rappresenterebbe un vero e proprio alleato delle coronarie e del cuore, oltre ad essere un mix di cibi anticancro.

E dire che fino a qualche tempo fa il sugo di pomodoro preparato con il soffritto era stato accusato di essere un preparato poco salutare: nulla di più errato, invece, stando ai risultati dello studio. I ricercatori si sono basati sull’analisi di dieci preparati per soffritto attraverso la spettrometria di massa riuscendo a distinguervi tutte le sostanze presenti. Tra questi elementi in particolare, 40 polifenoli, vale a dire sostanze antiossidanti e bioattive, tra cui anche betacarotene e il licopene, elementi essenziali anticancro che svolgono funzione protettiva nei confronti di arterie e coronarie. Il trucco sta anche nell’utilizzare la giusta quantità di olio così come la giusta quantità di soffritto, che deve essere pari a circa 120 grammi da aggiungere alla pasta.