-->

Il giudizio sulla qualità dei vini americani è migliorato progressivamente nel corso degli ultimi anni: i prezzi non sono considerati sempre vantaggiosi, ma le tradizioni vinicole di stati come la California (considerata “la terra del vino”) hanno superato lo scetticismo degli esperti, non solo per quel che riguarda il gusto, ma anche per la vista e l’olfatto. Ecco di seguito la classifica dei dieci migliori vini a stelle e strisce secondo le indicazioni della guida Gayot.

1) Domaine Chandon Étoile Tête de Cuveé (2003)
Il primo posto è occupato da un vino californiano che ricorda molto le caratteristiche dei vitigni francesi. Le uve sono quelle della Napa Valley, fermentate secondo il metodo tradizionale. Gli aromi sono quelli del miele e delle mandorle tostate, bilanciati da un delicato sapore di pesca noce e zenzero (il prezzo si aggira attorno agli 80 dollari).

2) Caraccioli Cellars 2007 Brut Rosé
Il secondo miglior vino della classifica si deve a una famiglia italo-svizzera di agricoltori e produttori, i fratelli Caraccioli: ancora una volta, i vitigni si trovano in California, per la precisione nel distretto di Santa Lucia Highlands. Questo Brut Rosé del 2007 è al 60% Chardonnay e al 40% Pinot Grigio, vino rosso dal sapore pieno e dolce (57 dollari).

3) Roederer Estate 2006 L’Ermitage
Il gradino più basso del podio lo ha meritato l’ennesimo vino californiano: si tratta di un vino originario della Anderson Valley e caratterizzato da note di pane abbrustolito e mele cotogne, per un risultato finale armonioso, dolce e morbido allo stesso tempo (il prezzo è di poco inferiore ai 50 dollari).

4) Mumm Napa 2009 Blanc de Blancs
Un altro vino californiano, tanto per non smentire il predominio di questo stato. Nella Napa Valley è stata prodotta anche questa bevanda, 80% Chardonnay e 20% Pinto Grigio. Le migliori uve della zona vengono fermentate in piccole cisterne di acciaio, così da preservare l’intensità fruttata. Gli aromi ricordano il limone, la mela e le spezie (42 dollari).

5) Mayo Family Winery 2009 Brut Sparkling, Laurel Hill Vineyard
Sempre in California, ma nella Sonoma Valley, è stato prodotto questo Brut Sparkling, grazie alle cure della famiglia Mayo. Il gusto che si avverte immediatamente è secco e frizzante, alquanto deciso, impreziosito da sapori di pesca, fragola e albicocca, una vera dolcezza al costo di 40 dollari.

6) Lenz 2010 Cuvée
Per attendere il primo vino non californiano bisogna attendere il sesto posto. Si tratta di questo Lenz del 2010, secco e frizzante, oltre che dalle note decisamente rinfrescanti: è stato prodotto a Long Island (Stato di New York) e fa venire in mente i frutti di bosco e il lime. È ottimo per accompagnare i frutti di mare (gamberetti in primis).

7) Schramsberg 2011 Blanc de Blancs
Si torna inevitabilmente in California, a Calistoga. Il Blanc de Blancs del 2011 è stato il primo vino Schramsberg prodotto dal 1965: la recente annata si è meritata il settimo posto grazie agli aromi di mela, lime e pompelmo: al palato è deciso e frizzante, con una acidità rinfrescante (38 dollari).

8) Laetitia Vineyard and Winery 2009 Brut Coquard
Il Laetitia Vineyard and Winery è stato prodotto nel 2009 a San Luis Obispo (California) ed è all’80% Pinot Nero e al 20% Chardonnay. Gli aromi che prevalgono sono quelli della pesca noce e delle noci macadamia, mentre il palato può apprezzare il retrogusto tipico del caffè (il prezzo è di 35 dollari).

9) Lamoreaux Landing 2007 Blanc de Blanc
A Seneca Lake (Stato di New York) è stato prodotto nel 2007 il Lamoreaux Landing: è un ottimo abbinamento per l’aragosta e gli affettati, grazie soprattutto ai suoi aromi di arancio che intrigano il naso. Il tutto viene bilanciato dal gusto che fa venire in mente pere, limone e pane tostato (30 dollari).

10) Gruet Brut Rosé
Questo vino di Engle (Nuovo Messico) è un Pinot Nero al 100%. Gli aromi floreali conferiscono corpo e il palato può sicuramente apprezzare i lamponi, le more e le fragoline di bosco. Frizzante e deciso, ha un retrogusto persistente e pulito (viene solitamente a costare 17 dollari).