-->

I sapori e le tradizioni di una volta: chi va a mangiare in una trattoria cerca prima di tutto la cucina dei bei tempi andati, le ricette semplici e tramandate di generazione in generazione che sanno sempre come conquistare il palato. Le vere trattorie sono quelle in cui domina l’ambiente rustico e spartano e in cui si sente praticamente a casa: prendendo spunto dai riconoscimenti del Gambero Rosso ecco i migliori dieci locali di questo tipo che si possono trovare in Italia.

1) Caffè La Crepa – Cremona
La piazza rinascimentale in cui sorge questa trattoria la rende immediatamente speciale e unica. La fondazione risale agli inizi dell’800, anche se all’epoca si trattava di un caffè. La cucina offre piatti tipici del territorio, in particolare gli gnocchi alla mulinera e la faraona alla Creta (piatto forte delle feste locali).

2) Un posto a Milano – Milano
Viene considerata più di una semplice trattoria. Si trova all’interno della Cascina Cuccagna e le ricette tipiche si basano sui migliori prodotti stagionali del territorio: molto apprezzare sono le verdure, tutte provenienti da agricoltura biologica e i dolci fatti in casa (ad esempio la cheesecake e la crostata alla marmellata).

3) Pretzhof – Località Tulve (Bolzano)
Si rimane ancora al Nord, ma stavolta in Trentino Alto Adige. La trattoria bolzanina si caratterizza per il suo ambiente accogliente e famigliare: la cucina è tradizionale, semplice e creativa, con menù diversificati e ottime zuppe per tutti i gusti. Interessante la bottega del vino con un’ampia lista di etichette.

4) La Madia – Brione (Brescia)
Il locale sorge a 650 metri di altitudine, per la precisione su una balconata naturale in cui si può ammirare tutta la Franciacorta. L’obiettivo de La Madia è quello di far letteralmente assaggiare il territorio, dunque la cucina è caratterizzata da piatti tipici come la zuppa di verdure e trippa, le tagliatelle con ragù di pecora e i malfatti con crema ai topinambur

5) Armando al Pantheon – Roma
La prima trattoria romana è a conduzione familiare ed è stata fondata nel 1961. I menù prevedono tutte le principali specialità della cucina capitolina, con primi piatti famosi come la matriciana, la griscia, cacio e pepe e gli spaghetti alla carbonara, ma non mancano contorni gustosi come carciofi e puntarelle.

6) La Locandiera – Bernalda (Matera)
La rusticità di questa trattoria è davvero piacevole e rassicurante: visto che ci si trova in provincia di Matera, sono le specialità lucane a dominare in lungo e in largo, in particolare i maccheroncini freschi con la crema di ceci e i pomodorini secchi con mollica di pane. La selezione di vini è davvero interessante.

7) Sora Maria e Arcangelo – Olevano Romano (Roma)
Questo ristorante è nato grazie alla riqualificazione di alcuni antichi granai che si trovavano nel territorio di Olevano Romano, comune che dista una sessantina di chilometri da Roma. La cucina propone menù tradizionali con un sapiente tocco di inventiva: molto apprezzate sono le paste stagionali, le fettuccine e il baccalà in vasocottura.

8) Tischi Toschi – Taormina (Messina)
L’unica trattoria siciliana di questa classifica è diventata col tempo un fondamentale punto di riferimento per quel che riguarda Messina e l’intera Sicilia. La filosofia di base non è mai cambiata: si punta soprattutto sulle specialità regionali più raffinate, con una scelta attenta delle materie prime, in primis i prodotti del mare.

9) Osteria del Treno – Milano
Sono venticinque anni che l’Osteria del Treno è riuscita a conquistare i favori dei buongustai grazie a una mirata cultura del cibo buono e sano. Il menù si caratterizza per primi piani davvero ricercati (tagliatelle verze e salsiccia e tortelli al formaggio) e secondi ben assortiti (bollito, cassoela alla milanese e anatra al ginepro).

10) Antica Osteria del Mirasole – San Giovanni in Persiceto (Bologna)
Anche in questo caso l’esperienza maturata è di 25 anni. L’idea è venuta allo chef e titolare Franco Cimini, il quale ha avuto il merito di creare un locale dal sapore rustico e antico. Tra le ricette che vale la pena provare si possono segnalare le lumache di terra sgusciate con salsa e paté di fegato, le lasagne verdi alla bolognese e le polpettine di vitello e mortadella.