-->

Accusato di essere troppo calorico, di far ingrassare, di far venire i brufoli, in una parola semplicemente “demonizzato”, il cioccolato sarebbe invece ricco di inaspettate proprietà e tra l’altro sarebbe utile anche per ottenere voti più alti a scuola. Insomma, mangiare cioccolato migliorerebbe la capacità di apprendimento e di conseguenza ottimizzerebbe il rendimento scolastico.

A mettere in luce le “miracolose” proprietà del cioccolato è un recente studio condotto dai ricercatori americani della Columbia University. I ricercatori hanno monitorato per sei mesi le abitudini alimentari di 650 studenti, maschi e femmine, di età compresa fra i 19 e i 30 anni. Tutti i volontari sono stati invitati a mangiare cioccolato prima di studiare e contemporaneamente è stato misurato il loro quoziente intellettivo attraverso appositi test.

Secondo il dottor Franz Messerli, uno dei coordinatori dello studio, mangiare del cioccolato prima di una sessione di studio importante sarebbe il modo migliore di favorire l’apprendimento, potenziare la memoria e di conseguenza far lievitare i voti. E tutto senza il minimo senso di colpa: insomma, il suggerimento è di assecondare la vostra golosità e di mangiare cioccolata senza pentirsene.

Tra l’altro è già noto che il cioccolato è ricco di flavonoidi, che sono particolari sostanze chimiche naturali di origine vegetale, potenti antiossidanti in grado di prevenire le malattie cardiovascolari. Di recente il cioccolato è anche stato assolto dall’accusa di causare acne e brufoli, ma nonostante i benefici che possiamo associare al consumo di cioccolato è sempre bene ricordare di mangiarlo con una certa moderazione, lanciando un occhio alla linea.