-->

Le fragole potrebbero essere la soluzione adatta per contrastare efficacemente la dermatite atopica, una malattia della pelle piuttosto diffusa che può manifestarsi fin dall’infanzia, ma che può ripresentarsi anche in fase adulta. Suonerà strano, ma è così: la soluzione potrebbe essere nascosta semplicemente in un estratto di fragole che sarebbe effettivamente utile per poter contrastare questo particolare tipo di infiammazione della pelle riducendone i sintomi. Almeno questo è quanto sostiene un recente studio giapponese condotto dai ricercatori della Kyushu University e del Kitakyushu National College of Technology.

I ricercatori hanno condotto il loro studio non solo sui topi, ma anche su cellule immunitarie umane: entrambi sono stati trattati con una molecola che stimolasse la reazione allergica. I topi che avevano assunto l’estratto di fragola però mostravano una notevole riduzione dei sintomi della dermatite atopica, della produzione di IgE, i cui valori tendono generalmente ad elevarsi vertiginosamente in caso di allergia. E dire che le fragole, dolci e deliziose, spesso sono in grado di scatenare inaspettate allergie che presentano gli stessi sintomi delle classiche allergie alimentari: tutto dipende dalla presenza di alcune proteine contenute nelle fragole e che possono scatenare reazioni di varia entità, dall’intorpidimento al formicolio della bocca fino alla difficoltà di respirazione.