-->

Breakfast e lunch, colazione e pranzo, i primi due pasti della giornata: la parola “brunch” è proprio la fusione tra i due termini inglesi e sta a indicare la tradizione, tipicamente americana, di mangiare tra le 10 e le 12 i cibi caratteristici della colazione dolce insieme a carni, salumi, formaggi, torte e frutta. Questo pasto così particolare si è diffuso anche in Italia, ma quali sono nello specifico i ristoranti migliori per tale tipo di soluzione? Ecco di seguito una ideale classifica.

1) Open Colonna (Roma)
L’Open Colonna è il ristorante nato nel lontano 1874 e che sorge all’interno del Palazzo delle Esposizioni. Tra le specialità del brunch che si possono degustare nel locale non vanno dimenticati la cassata siciliana, il tiramisù, la pastiera e la porchetta di Labico. Non mancano altre specialità italiane, dolci e salate, il tutto immerso nel centro storico di Roma.

2) L’Uliveto – Hotel Cavalieri (Roma)
La Capitale conquista anche il secondo gradino del podio. In questo caso ci troviamo nell’elegante quartiere della Balduina e il menù offre sushi, sashimi, waffle e anche gelato, mentre nei fine settimana si possono degustare ottime uova strapazzate e arrosti. Il brunch domenicale viene servito a bordo piscina.

3) Il Palagio –Four Seasons (Firenze)
Questo ristorante vanta una stella Michelin: non vi si trovano soltanto pancake di ottima fattura, ma la tradizione gastronomica toscana declinata in ogni modo possibile. Ecco allora che il brunch viene impreziosito dalla pappa al pomodoro, la Fiorentina, salumi e formaggi.

4) Unico (Milano)
Il brunch più famoso e apprezzato di Milano è probabilmente quello di Unico, il cosiddetto “ristorante sul tetto della città” che si trova in zona Portello. L’atmosfera che si respira non appena si entra è quella del classico pranzo della domenica e si dà ampio spazio alla cucina moderna e alle tradizioni più antiche.

5) Grand Hotel Majestic (Bologna)
La location è davvero di lusso: si tratta di un hotel a cinque stelle situato nel cuore di Bologna, ma con prezzi accessibili a molte tasche. Il brunch è tipicamente italiano se si scelgono tigelle con squacquerone e fichi caramellati, mentre il menù “straniero” prevede gustose uova strapazzate, bacon, salmone affumicato e burro salato.

6) Il Consiglio di Sicilia (Donnalucata-Ragusa)
In questo ristorante siciliano si spazia dal panino con pesce, capperi e cipolla alla focaccia con ricotta alla maggiorana: ottimi sono anche i pancake, arricchiti dal miele di carrubo. Il brunch siculo comincia solitamente alle 11:30 e c’è la possibilità di accompagnare il pasto con la lettura del giornale.

7) Good save the food (Milano)
Si torna nuovamente a Milano, più precisamente in zona Tortona. Le uova strapazzate, le crostate, gli hamburger e molti altri piatti sono la caratteristica principale del ristorante: il prezzo è davvero interessante e non è previsto il buffet, si sceglie tutto alla carta.

8) Palazzo Caracciolo (Napoli)
Non può mancare Napoli in questa classifica. Le tradizioni all’ombra del Vesuvio sono pienamente rispettate, con un brunch a base di pasta cozze e fagioli, timballi, caciotte e friarielli e tutto quello che può offrire la pasticceria partenopea.

9) Tea Pot (Torino)
Il pasto in questo locale torinese è caratterizzato da tè davvero pregiati (come suggerisce anche il nome), accompagnati da muffin e tortini di diverso tipo. Il menù prevede anche uova strapazzate, pancake e piatti della tradizione esotica, con spezie e riso a dominare in lungo e in largo. L’ambientazione ricorda un bistrot di Parigi.

10) Moody (Genova)
A Genova il miglior brunch è quello di Moody: si possono degustare le migliori leccornie della pasticceria svizzera, in particolare lo zabaione caldo e la torta paradiso con crema chantilly. Per quel che riguarda i cibi salati, poi, troviamo omelette ai carciofi, sformati di verdure, focacce di ogni tipo e brioche con spuma di burro.