-->

Circa un decennio fa la qualità della maggior parte dei vini cinesi era molto bassa. Dopo anni e anni di produzioni di milioni di bottiglie economiche (destinate prevalentemente ai supermercati), i produttori della vasta nazione asiatica hanno affinato le loro tecniche, prendendo spunto da quelle migliori e seguendo l’esempio della Francia e dell’Italia. Ecco di seguito una classifica dei dieci migliori vini che vengono prodotti nell’ex Impero Celeste.

1-Chateau Changyu-Castel 2003 Chardonnay
Il primo vino di questo speciale elenco si caratterizza per gli aromi di quercia affumicata e caramello che conquistano immediatamente il naso. Il gusto fa emergere soprattutto la vaniglia e un mix di zucchero e burro, una sorta di Chardonnay “semplificato”. È consigliato per accompagnare il salmone.

2-Chateau Changyu-Castel 1995 Cabernet Gernischt
L’olfatto riesce a percepire sicuramente la carne affumicata, il pepe e i mirtilli: si tratta di un Cabernet che presenta un piccolo limite per quel che riguarda l’invecchiamento. Ha comunque molti pregi ed è perfetto per gustare piatti a base di carne rossa oppure gli stufati.

3-China Silk NV Marco Polo White Wine
La posizione più bassa del podio è occupata da questo Chardonnay che si fa apprezzare per i vaghi sentori di banana e frutta bianca (mela e pera in primis). È un vino bianco secco che si caratterizza per alcune note finali molto interessanti in cui il palato può riconoscere la pesca.

4-2008 Domaine Helan Mountain Special Reserve Cabernet Sauvignon
Questa bottiglia viene ricavata nella regione cinese del Ningxia. Si sta parlando di una riserva speciale di Cabernet Sauvignon: il colore è un rosso piuttosto intenso, mentre il gusto fa emergere nettamente le ciliegie e la quercia affumicata, con un retrogusto dolce.

5-2010 Silver Heights Helan Mountain “The Summit”
Si tratta di uno dei vini prodotti da una delle poche produttrici donne, Emma Gao. È una miscela ben riuscita di Cabernet Sauvignon e Carmenere che offre sapori intensi di ciliegie, prugne, frutti di bosco ed erbe fresche. Il vigneto in cui è ricavato è tra i più alti della Cina.

6-2009 Grace Vineyard Tasya’s Reserve Cabernet Sauvignon
Questo Cabernet Sauvignon è stato descritto come un vino di medio corpo che conquista il palato con il suo aroma vivace di frutti di bosco e legno affumicato. Viene prodotto nella regione cinese dello Shanxi e vanta una produzione annuale di due milioni di bottiglie.

7-2008 Grace Vineyard Tasya’s Reserve Chardonnay
Il vigneto è praticamente lo stesso del vino visto per la bottiglia precedente. Gli aromi che si possono intuire con maggiore facilità sono quelli delle pesche e della panna. Non mancano le note di una affumicatura piacevole del legno, con una corposità più piena.

8-Chateau Hansen Cotes du Fleuve Jaune du Desert de Gobi 2009
In questo caso ci troviamo nel Wuhai, più precisamente nella parte meridionale del Deserto del Gobi. Si tratta di una miscela organica certificata di Cabernet Sauvignon, Cabernet Gernischt, Cabernet Franc e Merlot. L’invecchiamento avviene soprattutto in legno di quercia francese per sedici mesi.

9-Changyu Cabernet d’Est 2010
Cabernet Gernischt, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc: il vino in questione conquista il naso con profumi di mirtilli, lamponi e ciliegie. La caratteristica più rimarcata dagli esperti è quella della rusticità, un aspetto che lo fa apprezzare per il suo sapore deciso.

10-2009 Changyu Golden Valley Ice Wine, Gold Diamond Label
L’ultimo vino di questa speciale classifica è una bevanda da dessert che viene prodotta a partire dalle uve congelate che poi rimangono nella bottiglia. Lo zucchero non congela, mentre l’acqua ovviamente sì e il risultato finale è molto dolce: è la scelta ideale per gustare frutti tropicali come l’ananas e il mango.