-->

International Sparkling Awards Milan, abbreviato più semplicemente in ISA: in occasione dell’Expo milanese è stato annunciato e lanciato ufficialmente il primo premio internazionale dedicato ai vini sparkling, i vini spumanti per intenderci. L’idea è venuta in mente a una associazione, Gam e20, la quale ha collaborato con l’Università degli Studi di Milano e il suo corso di laurea in Scienze Agrarie.

Il premio in questione andrà a incoronare la migliore produzione di vino rifermentato in bottiglia sia a livello nazionale che internazionale. Le iscrizioni alla prima edizione rimarranno aperte fino al prossimo 10 agosto: il concorso ha un obiettivo ben preciso, cioè dare i giusti meriti alle produzioni enologiche più interessanti, valorizzando allo stesso tempo una fetta di mercato in cui non mancano le ottime etichette che potrebbero essere conosciute da una platea più ampia.

A giudicare questi vini eleganti e molto apprezzati saranno alcuni esperti: dal 20 agosto al 10 settembre prossimi, poi, degli assaggiatori che verranno coordinati dall’agronomo ed enologo Leonardo Valenti degusteranno tutti i vini in concorso all’Expo, mentre la premiazione finale è stata fissata per la fine di ottobre presso la Villa Reale di Monza. Non bisogna dimenticare che le categorie di riferimento saranno otto.

Si tratta dei Vini bianchi senza annata, Vini bianchi millesimati fino a 36 mesi di affinamento sui lieviti, Vini bianchi millesimati da 36 a 60 mesi di affinamento sui lieviti, Vini bianchi millesimati oltre 60 mesi di affinamento sui lieviti, Vini rosè senza annata, Vini rosè millesimati fino a 36 mesi di affinamento sui lieviti, Vini rosè millesimati da 36 a 60 mesi di affinamento sui lieviti e Vini rosè millesimati oltre 60 mesi di affinamento sui lieviti.

La valutazione delle proposte spetterà a nomi importanti: si possono citare, tra gli altri, il sommelier Andrea Alpi, il collaboratore del Gambero Rosso Francesco Beghi, il sommelier di Slow Food Fabio Giavedoni e molti docenti e giornalisti. Si è dunque sfruttata l’occasione dell’Expo per lanciare un premio che gli organizzatori sperano di far durare il più a lungo possibile. L’evento viene inoltre considerato come il primo e fondamentale passo verso la nascita del premio internazionale di categoria, un appuntamento in grado di diffondere e conservare tutte le caratteristiche della produzione di vini sparlkling.