-->

Ingrassare? È tutta una questione di cervello visto che perché ciò accada sarebbe sufficiente anche solo pensare semplicemente al cibo. In pratica anche il solo cibo immaginato prima di mangiare può arrivare a compromettere tutti i nostri buoni propositi a tavola, magari con esiti disastrosi per la nostra dieta.

Che il cibo, anche solo immaginato, possa essere deleterio per la nostra linea lo suggerisce una nuova analisi sistematica su 50 studi pubblicata sul Journal of Personality and Social Psychology. Condotta dalla dottoressa Jessie De Witt Huberts (a capo di un team dell’Università di Utrecht nei Paesi Bassi), la ricerca ha messo in evidenza che le persone sono in grado di trovare razionalmente un motivo valido per poter mangiare di più.

E così tutti sono pronti a giustificare i loro eccessi alimentari rifilando anche a sé stessi una serie di scuse alquanto improbabili. Qualche esempio? Concedersi una golosità extra solo perché è stata una dura giornata o perché era scortese rifiutare l’offerta o perché si potrà rinviare al giorno successivo la solita dieta. Attenzione però, perché il rischio che questi processi di giustificazione conscia arrivino a prenderci troppo la mano è davvero dietro l’angolo. Il team di ricercatori ha infatti messo in evidenza che le continue eccezioni e giustificazioni alle trasgressioni possono essere viste anche come premio in seguito a situazione gratificanti, per potersi premiare. In ogni caso sembra vincere la regola dell’autoindulgenza…