-->

La Basilicata, o Lucania, è una regione che propone un tipo di enogastronomia tutto particolare. Si tratta di una terra in cui l’agricoltura ha avuto sempre una importanza strategica, come confermato dalla nutrita presenza di pastori e contadini, dunque non bisogna stupirsi se le ricette e i prodotti tipici sono dominati da cibi a base di carne. Il pesce, al contrario, è quasi del tutto assente.

La particolarità della cucina
Si sta pur sempre parlando di una regione dalla conformazione non comune, di conseguenza la cucina che si può trovare è tra le più variegate e sostanziose di tutto il nostro paese. Volendo essere ancora più precisi, la tradizione gastronomica si basa soprattutto sulla semplicità e sulla genuinità, senza pensare troppo a elaborazioni complicate, ma “badando al sodo”. Una cucina che è anche saporita e decisa. Suddividiamo i prodotti e le ricette tipiche in base ai due capoluoghi lucani.

Matera
Pane, pasta, olio, formaggio, salumi, carni rosse e vino. Sono sostanzialmente questi i cibi che dominano la tradizione di Matera, in fondo quelli tipici della cucina mediterranea. In particolare, non si può non cominciare dal pane di Matera, il quale vanta una denominazione importante come l’IGP (Indicazione Geografica Protetta). L’impasto è a base di farina di semola di grano duro, con l’aggiunta di sale e lieviti naturali e la tipica forma a cornetto. Oltre al pane, c’è un’ottima pasta da degustare, come confermato dalla recente riscoperta della specialità di grano “Cappelli”. Tra i formaggi vanno ricordate le mozzarelle, la burrata, le scamorze e le ricotte, senza dimenticate ricette semplici ma gustose come la pasta con i legumi, l’arrosto di agnello, il capretto e la pignata.

Potenza
A Potenza, invece, si prepara moltissima pasta fatta a mano, come ad esempio i cavatelli, i ferretti, le orecchiette e gli strascinati. Ci sono poi i minuich, non molto diversi dagli spaghetti e da condire idealmente con pomodoro e cavolfiore. Le ricette a base di pesce non sono numerose, ma comunque interessanti (zuppa di Maratea e patelle in primis). Chi è appassionato di dolci, inoltre, potrà gustare i biscotti con i semi di anice, il vino cotto con il miele e i dolcetti di mosto.

Olio
Il territorio della Basilicata ha una conformazione geografica tale da essere adatto alla coltivazione degli olivi. Ecco perché si ricava da essi un olio extravergine di oliva davvero ottimo: quello lucano è DOP (Denominazione di Origine Protetta), col suo tipico colore giallo ambrato e i riflessi verdi.