-->

Carlo Cracco è uno chef famoso in tutto il mondo. Molti di noi l’hanno conosciuto grazie alla partecipazione al talent culinario MasterChef, ma i suoi piatti sono tra i più apprezzati dai critici gastronomici e per mangiare nei ristoranti di Carlo Cracco c’è una lista di prenotazione lunghissima. Carlo Cracco ha avuto come maestri Gualtiero Marchesi con cui ha lavorato negli anni ’80 e Alain Ducasse che ha seguito per circa tre anni durante l’esperienza francese all’Hotel Paris.

Grazie alla sua abilità Carlo Cracco è riuscito a far conquistare le tre stelle Michelin all’Enoteca Pichiorri di Firenze e il primo ristorante da lui aperto, Le Clivie (vicino Cuneo) ha guadagnato la prima stella Michelin nemmeno un anno dopo l’apertura. Le mani d’oro e la creatività di Carlo Cracco hanno spinto la famiglia Stoppani di Milano, proprietaria del più antico negozio di gastronomia della città, ad affidargli il ruolo di Chef Executive del ristorante Cracco Peck nel 2001. Qualche anno dopo (nel 2007) Cracco ha rilevato l’attività aprendo il suo ristorante che è considerato tra i 50 migliori ristoranti al mondo. Dal settembre del 2013 lo chef è l’unico gestore del Ristorante Cracco a Palazzo Parigi, in Corso di Porta Nuova a Milano, considerato dagli esperti un tempio dell’alta cucina.

Carlo Cracco non si è fermato ai ristoranti, ma ha continuato a collaborare con altre realtà gastronomiche. La famiglia Trussardi nel 2012 gli ha affidato la gestione del Ristorante Trussardi alla Scala di Milano e nello stesso anno ha iniziato a collaborare con Singapore Airline per lo studio e la composizione dei menu per la business e first class.

Il 2014 è un altro anno importante per Carlo Cracco perché ha aperto Carlo e Camilla in Segheria, un grazioso gastro-bistrot e cocktail in una vecchia segheria di Via Giuseppe Meda, sempre a Milano. Tutti gli elementi originali sono stati mantenuti, dai pavimenti agli strumenti da lavoro. L’ambiente è multifunzionale e oltre al ristorante si tengono prestigiosi eventi culturali.