-->

L’olio della frittura non andrebbe mai utilizzato più volte, ma, bisognerebbe sostituirlo regolarmente poiché nel processo di surriscaldamento produce sostanze tossiche come l’acreolina e gli aldeidi non volatili, ecco anche perché si dice che la frittura fa male.

Tuttavia, in alcuni casi riutilizzare l’olio della frittura si può, basta non esagerare e seguire alcuni piccoli accorgimenti che servono ad evitare la formazione di sostanze cancerogene dannose per la nostra salute.

Vediamo qui come e quando è possibile riutilizzare l’olio della frittura senza correre rischi e allo stesso tempo come ottenere una frittura perfetta.

  • Non bruciare mai l’olio della frittura

Una regola base quando si frigge un alimento è quella di non far raggiungere mai all’olio il punto di fumo. Ma, il punto di fumo dell’olio cos’è e perché è importante? Il punto di fumo è la temperatura oltre la quale l’olio comincia a bruciare e diventa tossico poiché produce acreolina.

Il punto di fumo varia da olio ad olio. L’olio di arachidi, che è quello più utilizzato nelle fritture, brucia a 180 gradi, mentre quello di girasole a 160 gradi. L’olio extravergine d’oliva ha un punto di fumo che oscilla tra i 160 e i 210 gradi. Rispettare il punto di fumo è fondamentale per ottenere una frittura sana.

In linea di massima, quindi, se si vuole riutilizzare l’olio della frittura, bisognerebbe non superare mai la temperatura di 160 gradi, in modo da non ‘inquinare’ l’olio con sostanze tossiche.

  • Usare un solo tipo di olio (meglio se extravergine d’oliva)

In virtù di quanto detto sopra in merito al punto di fumo, è importante utilizzare un solo tipo di olio in frittura, evitando gli oli di semi vari, che hanno punti di fumo differenti.

  • Filtrare l’olio per la frittura

Se avete intenzione di riutilizzare l’olio della frittura, ricordatevi di filtrarlo per eliminare eventuali residui di cibo che brucerebbero durante la cottura successiva. Lasciate raffreddare l’olio e poi filtratelo con un colino a maglie fitte. Conservatelo al buio in una bottiglia di vetro, fino al prossimo utilizzo.

  • Non utilizzate l’olio della frittura più di due volte

Va bene che riutilizzare l’olio della frittura si può, ma senza esagerare. Utilizzate lo stesso olio al massimo per due volte, poi buttatelo e utilizzatene dell’altro nuovo.