La Sardegna è una terra di grandi vitigni. I vini sardi, sia rossi che bianchi, sono da sempre molto apprezzati per il loro gusto corposo, il sapore intenso e il ricco bouquet di profumi. Un apprezzamento condiviso anche dal “Gambero Rosso”, la famosa guida enogastronomica italiana, che per il 2016 ha assegnato il massimo riconoscimento, ovvero, i “Tre Bicchieri” a 13 etichette sarde.

L’edizione di quest’anno della guida fa riferimento all’annata del 2014, che per i vini sardi è stata un’annata molto propizia, che ha portato alla produzione di vini importanti, facendo finire sul podio oltre ai vitigni classici anche bacche meno note.

Al di là del prestigioso riconoscimento del Gambero Rosso che conferma ancora una volta la presenza della Sardegna tra le regioni italiane con una prestigiosa tradizione vinicola.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono i migliori vini sardi.

La Gallura è sicuramente tra le più importanti regioni vitivinicole sarde. Dalla Gallura arrivano vino famosi e apprezzati anche al di fuori dell’Italia come il Vermentino di Sardegna.

Il Vermentino di Gallura Docg, è l’unico vino sardo che può vantare la denominazione di origine controllata e garantita. E’ un vino a bacca bianca, dal color giallo paglierino e con sentori fruttati. Va bevuto freddo ed è l’ideale per accompagnare ricette a base di pesce. Servitelo insieme ad un cartoccio di frutti di mare e pesce.

Un altro bianco molto apprezzato è la Vernaccia di Oristano Doc. Colore giallo ambrato, dal gusto leggero con sentori di mandorle amare. Ottimo con i piatti di pesce, ma, gradevole anche con quelli di carne. E’ l’abbinamento ideale, ad esempio, per dei bocconcini di pesce spada e melanzane.

Tra i vitigni bianchi più caratteristici si possono ricordare il Bovale, il Nuragus di Cagliari doc.

Tra i rossi di Sardegna, non si può non ricordare il Cannonau Doc, vino simbolo della viticoltura sarda, coltivato principalmente nella zona del nuorese. Un vino corposo e deciso, da servire a temperatura ambiente per accompagnare le pietanze di carne tipiche della tradizione enogastronomica sarda. E’ ottimo, ad esempio, per accompagnare l’agnello al forno con patate.

Altro rosso importante è il Carigliano del Sulcis Doc. Color rosso rubino, sapore fruttato e intenso, è l’ideale per accompagnare pietanze grasse e corpose. Tra i rossi di Sardegna, ricordiamo anche l’Alghero rosso e il Mandrolisai rosso superiore.